Furto a 5 auto sulla Bologna-Catania: risarcimento lento e basso di Trenitalia


Oggetto: furto con scasso su auto al seguito del treno

Vorrei conoscere la vs. opinione in merito ai fatti che passo, brevemente, a descrivere: il 3 luglio imbarco la mia auto sul treno a Bologna, con destinazione Catania.

Nottetempo ignoti frantumano i lunotti di 5 delle auto dirette a Catania, per depredarne i bagagli.
Si sparge la voce del fatto quando già siamo sul traghetto, quindi non si conosce quante siano le auto staccate a Villa S. Giovanni danneggiate.

Primo punto: dal numero di auto danneggiate, dal numero delle valigie asportate, si desume un’organizzazione, un mezzo di trasporto tipo pulmino e la conoscenza di eventuali fermate lunghe e fuori stazione e quindi una certa ritualità e solo una sospetta connivenza.

Anche il treno del giorno precedente era stato rapinato.

Domanda: se Trenitalia e Polfer non sono in grado di garantire il servizio, bisognerebbe che gli utenti sapessero che, pur pagando una certa cifra (€. 198,00 il trasporto della sola auto) ci sono molte probabilità di vedere le proprie ferie messe a rischio.
Perché non si legge mai di quanti siano stati i casi, ad esempio sul tratto Salerno – Reggio?

Il secondo punto è, principalmente, di carattere economico: poiché mi hanno portato via tutto ho dovuto prima tenere ferma l’auto fino a riparazione avvenuta, presso Toyota, e poi provvedere a rifare un minimo di corredo. Inutile dire che anticipare queste cifre ha causato il mio rientro anticipato dalle ferie.

Trenitalia ha un’assicurazione sui bagagli, della Ital brokers, che offre € 780,00 per le tre valigie che mi sono state rubate. In pratica, il costo di un paio di scarpe, camicia e pantaloni per valigia, escludendo il costo stesso dei bagagli!

Per eventualmente risarcire il costo del lunotto, l’ente ha incaricato il gruppo Generali linea trasporti e aviazione, ufficio danni ferrovie che, ad oggi 30 agosto non ha ancora ricevuto il relativo incartamento.

Pertanto, vi chiedo: è possibile che si debbano tacitare questi assalti dei predoni per non fare cattiva pubblicità all’Ente? Chi parte deve, o no, sapere a che cosa, realisticamente e statisticamente, si va incontro? I massimali di risarcimento sono realistici o si può avere qualcosa di più adeguato?

Grazie per il vostro tempo e per la vostra attenzione.

Ferdinando Centurino

 
UPDATE:

Da: Ferdinando Centurino
A: ACU
Oggetto: Re: Segnalazione furto con scasso su auto al seguito del treno

Vi ringrazio per la segnalazione, precisando che ho ottenuto il rimborso di €.780, relativo al furto delle tre valigie, solo in data 20 ottobre, mentre non ho ancora visto il rimborso relativo alla rottura del lunotto, rimborso di cui non conosco neanche l’entità.

grazie

Ferdinando Centurino

  • Anonymous

    Proprio uno schifo! 200,00 euro e nessuna garanzia.

  • Anonymous

    Dopo aver letto anche questo:
    http://www.ilvelino.it/articolo.php?IdCanale=5&Id=620542#news_id_620542
    Ho rinunciato all'idea di utilizzare il servizio treno+auto di Trenitalia

  • oreste attisani

    E’ indispensabile che le Ferrovie per prevenire i furti dalle auto al seguito adottino dei sistemi di videosorveglianza e di pattugliamento.
    Non sarebbe male anche un sistema di antifurto attraverso sensori che segnalino acusticamente e con invio alla centrale operativa ogni minimo movimento umano in prossimità delle auto.