OPEL: se rompi un fusibile stai fresco!!

Spett. le  Direzione Opel General Motors
Ufficio Clienti Opel
Via Martora 27,
20097 San Donato Milanese

Buon giorno,                      

il giorno 23/07/2007, portavo la mia autovettura presso la concessionaria Opel sita a San Donato Milanese , via Marcora 27, per un banale problema di alzavetri elettrici, dopo un’attesa di un’ora, finalmente il capo officina si degna di ascoltarmi, descrivo il problema e subito si attiva per la riparazione del guasto, dopo una veloce analisi deduce che era solo un fusibile bruciato, bene, detto questo in un bater di ciglia  sostituisce il fusibile dell’alza vetri, fatta la prova di funzionamento, tutto ok, ringrazio e chiedo quanto avrei dovuto pagare per l’assistenza, mi dicono nulla.
Riparto per recarmi al lavoro.
Fino a questo punto tutto bene ad eccetto dell’attesa di un’ora per cambiare il fusibile, ma il bello arriva adesso, tornato in possesso della mia auto riparto e dopo 500 metri  la macchina si spegne senza alcuna ragione apparente, sono fermo, premetto che l’auto funzionava perfettamente fino alla sostituzione del fusibile, così torno a piedi indietro e ricontatto il capo officina, che con una smorfia di stupore mi aiuta a riportare l’auto in officina.
A questo punto avevo già perso 2 ore del mio lavoro per colpa di un fusibile, dopo ancora mezzora di attesa viene presa in considerazione la mia auto e per l’ennesima volta viene sostituito un altro fusibile quello della centralina, ancora una volta mi riconsegnano l’auto funzionante, ringrazio per la seconda volta chiedendo quanto avrei dovuto pagare per la riparazione mi dicono nulla.

Riparto per recarmi al lavoro.

Con la gioia nel cuore e finalmente risolto il problema incominciavo a pregustare la riparazione cosa succede, succede che dopo un paio di chilometri si ferma ancora l’auto spegnendosi totalmente  inspiegabilmente, allora preso dalla disperazione e molto seccato di quanto stava accadendo torno a piedi all’autofficine denunciando quanto stava accadendo, il capo officina prende atto delle mie lamentele e sempre più confuso mi dice che avrebbe recuperato l’auto e trattenuta in officina per approfondire l’evento con più calma analizzato la problematica.
Bene a questo punto ero a piedi con un tasso di adrenalina piuttosto alto avevo perso mezza giornata di lavoro e con la prospettiva di non potere usare la mia auto per qualche tempo, forse rinunciando alla partenza per le ferie.

Il giorno seguente contatto la concessionaria per sapere se la riparazione era stata fatta visto che il problema al dire del capo officina poteva essere banale, mi rispondono che non avevano potuto ripararla e non sapevano quando sarebbe stata riparata, dopo quattro giorni di attesa nei quali ho chiesto ripetutamente un mezzo sostitutivo senza alcun successo, vengo chiamato dalla officina dove il responsabile mi informa che l’auto era stata riparata.
Il giorno 27/07/2007 raggiungo la concessionaria dove c’è l’officina, mi consegnano l’auto riparata, chiedo informazioni sul guasto, mi rispondono che la causa del guasto non era niente altro che l’autoradio che mandava in cortocircuito la centralina, sottolineo che l’autoradio e l’auto funzionavano perfettamente, tranne il l’alza vetro sinistro, ritiro l’auto pensando di pagare una cifra congrua e trovo la sorpresa, per la riparazione e il distacco della radio 145 EURO, pago la Fattura xaa004289 /06, esprimendo il mio disappunto al capo officina.

Morale

Ho avuto la sensazione di essere stato preso in giro, ma non è finita qua, per motivi di mobilità visto che era venerdì e la concessionaria chiudeva alle 19:00 ero andato a ritirare l’auto con un’altra auto , quindi avevo due auto, dopo averla ritirata è stata parcheggiata fuori dalla concessionaria con l’intenzione di prenderla il giorno seguente accompagnato da un’altra persona, sorpresa nella sorpresa il giorno seguente trovo una multa di divieto di sosta per pulizia strade, oltre l’inganno anche la beffa, arrabbiato come una vipera recupero l’auto mettendo una croce sulla concessionaria Opel..
Ora a seguito del mio racconto e di quanto accaduto con la documentazione allegata
chiedo
nella misura in cui il risarcimento avvenga per l’intera quota di riparazione o parte di essa , il risarcimento della mezza giornata di lavoro, ( persa a causa dell’incompetenza dei vostri meccanici), il risarcimento del disagio arrecato per incuria ed in fine il risarcimento della contravvenzione emessa a mio carico, a causa della sequela di eventi da voi scatenati, quantificati in € 791,84.

Totale in tabella:

Importo – descrizione – Note:
400,00  1/2 giornata lavorativa
46,76    multa 
145,08  riparazione   
200,00  Disagio 4 gg  

791,84 € Totale 

Resto in attesa di un vostro riscontro per la definizione della controversia in via pacifica, mi aspetto di ricevere in prima battuta le vostre scuse e in seguito entro e non oltre il ventunesimo giorno della ricezione della stessa, quanto richiesto, se alla scadenza del 21 mo giorno non dovessi ricevere vostre notizie, sarà mia cura affidarmi ad un avvocato di fiducia per la tutela dei miei diritti.

Saluto

Antonino Capillo

Allego documentazione :
1)      raccomandata
2)      fattura concessionaria
3)      verbale di notifica per violazione del codice della strada.