ATM: la matematica non è un’opinone

Buongiorno,

oggi mi sono recata presso l’Atm Point di Loreto per chiedere il reintegro di un Carnet smagnetizzato.

Il carnet presentava 6 timbrature su 10. L’addetto mi ha chiesto un corrispettivo di 6 euro in cambio di un nuovo carnet.

Ma se il carnet costa 9.20 euro e presede viaggi ed io ne avevo utilizzati solo 6 dovevo pagare 5.52.

In realta’ il vostro addetto, poco abile nei conti matematici, ha continuato a ribadirmi che mi avrebbe dato un nuovo carnet in cambio di 6 euro.

Temo che questa vostra "strategia" possa garantirvi ottimi risultati ma non con me.

Sara’ mia cura segnalare questo incidente all’Associazione Consumatori che leggono in copia.

Sempre oggi presso il vostro centro autorizzato ho chiesto cosa dovevo fare per avere il rimborso di un biglietto timbrato in data 15 Novembre alla fermate della linae Rossa di Marelli.

Dopo aver regolarmente timbrato il mio carnet sono scesa sulla banchina e aspettato diversi minuti (circa quindici) prima che uno speaker comunicasse che "Causa urgenti lavori alla stazione di Pagano le linee  erano sospese" . Il vostro addetto allora mi da un numero verde da chiamare 800.80.81.81.

Chiamo il numero e’ spiego ad una vostra operatrice decisamente poco cordiale l’accaduto. Inizialmente mi dice che in data 15 novembre non avete avuto nessun problema con le corse della linea rossa (cosa assurda data l’interruzione della mattina e i notevoli rallentamenti del pomeriggio) poi invece mi dice che effettivamente le corse sono state  interrotte ma solo per poco e che quindi io avrei dovuto aspettare che ripartissero e non decidere di uscire ad andare al lavoro in macchina.

A questo punto non mio resta che chiedervi il rimborso del biglietto pari ad 1 euro e i 0.48 centesimio di euro ingiustamenti pagati.

Spero che le associazioni consumatori possano intraprendere un’azione forte a mirata utile ad interrompere questi vostri abusi.

Carla Delle Vergini

Technorati Tag: ,