Reclamo verso SDA (Società Disservizi Assicurati)

Allego un formale (e virtuale) reclamo indirizzato all’ufficio legale della SDA.

Questa società, il cui acron imo va letto Società Disservizi Assicurati, sta superando ogni limite dell’ arroganza storica ereditata dalla sua capo gruppo “Poste Italiane“.

Chiunque abbia intenzione di servirsi della SDA deve sapere che la semplice consegna ad essa di un pacco per un recapito implica l’assoggettarsi a illeggibili “Condizioni Generali di Trasporto”   (CGT) che vincolano l’utente-pagante senza che la SDA assuma alcun obbligo nei confronti dell’utente stesso salvo quello di rimborsare 12 000 lire (non sono stati capaci neppure, in sette anni, di aggiornare questa cifra in euro) per ogni chilo di pacco smarrito con clausole restrittiive tanto complicate che il ridicolo rimborso diventa poi una chimera.

L’articolo 12 delle CGT dichiara che SDA non trasporta tutta una serie di oggetti tra cui i “prodotti alimentari” ma di ciò non dà avviso esplicito ai suoi clienti ed accetta  pacchi con lettere di vettura in cui viene omessa, deliberatamente, la descrizione del contenuto riservandosi, evidentemente, di verificarlo “a posteriori” in caso di reclami. 

La situazione è grottesca. Qualsiasi reclamo implica la descrizione del contenuto ma se si accerta, a posteriori, che il pacco contiene “prodotti alimentari” il reclamo non può essere accolto per inadempienza contrattuale da parte dell’utente, mentre SDA può addirittura chiedere un indennizzo per danni subiti dal fatto che l’utente non ha rispettato i limiti contrattuali.

D’altra parte, se SDA desse adeguato risalto al fatto che non accetta il trasporto di prodotti alimentari e non accettasse lettere di vettura senza una descrizione veritiera del contenuto perderebbe il 90 % delle spedizioni da privati di fine d’anno e forse il 50 % delle spedizioni da privati in tempo normale.

Altro che rompere le scatole, quando si chiede un’informazione al telefono, con il trasporto degli abiti appesi.

Ritengo che sia doveroso informare gli italiani del rischio che corrono consegnando un oggetto alla SDA.  

Sarebbe anche opportuno che fosse intrapresa una “Class Action” per il pagamento dei danni, anche morali, causati dal disservizio SDA. Penso che se aderisse alla Class Action solo il dieci per cento delle vittime SDA e se venisse pagato solo il dieci per cento dei danni da essi subiti, Poste Italiane e compagnia bella andrebbero in fallimento.

Il problema dovrebbe poi interessare l’antitrust e non si capisce come questo carrozzone di Poste Italiane che non riesce a consegnare lettere e pacchi pretenda di allargarsi ai servizi finanziari ed ai telefonini unendosi alla già pletorica schiera dei succhiatori istituzionali di mammelle.

Giuseppe Pasquali Coluzzi

Technorati Tag: ,,
  • danitkd93

    alla fine ci guadagnano piu con le chiamate a pagamento per disservizio che con le effettive spedizioni.

  • danitkd93

    lascia perdere i Carabinieri della tua città che a quanto pare sono o incompetenti o in combutta con SDA. Ti consiglio vivamente di rivolgerti al tuo legale di fiducia perché la legge è dalla tua parte! e il danno che dovranno risarcirti non sarà certo una somma irrisoria!

  • danitkd93

    la prossima volta quando ricevi il pacco firma con riserva!

  • danitkd93

    scusami ma qui non c’è nulla di strano anzi sono stati anche troppo professionali. Perche non ha indicato se stesso nella spedizione se doveva ritirarlo lei?

  • Nicoletta

    Vorrei segnalare un problema che ho riscontrato essere piuttosto generale con le consegne di SDA. La Zona di Trieste, ma anche altre città leggo, hanno problemi con le consegne di SDA, non occasionali, ma talmente frequenti che è divenuta un’abitudine consolidata. Se da un lato abbiamo chi lavora bene come gli Esercenti e Commercianti on-line, con un miglioramento netto dei servizi, e dall’altra un utenza finale più pronta e disponibile agli acquisti on-line, in mezzo ci sta un anello molto debole: i corrieri espresso. Per ritirare le consegne fanno sempre più problemi: venga a prenderselo in sede, no non scendo neanche dal furgoncino, consegno solo dalle 2 alle 4 del pomeriggio e non il sabato, pacchi rovinati, pacchi dispersi, non lasciano l’avviso, non tentano neanche la consegna inventandosi spesso di averla tentata…potrei continuare con gli esempi di disservizi. Certamente il problema non è affatto dell’operatore/fattorino, ma della sede che li manda fuori solo per un paio d’ore nel pomeriggio quando la percentuale di utenza finale che rimane a casa a ritirare la consegna è bassissima (la più bassa in quella fascia oraria). L’utenza finale quindi è costretta a prendersi permessi da lavoro, andarselo a ritirare, fare i salti mortali per rintracciare il pacco o lasciare a qualche vicino (quando si ha la fortuna di averne disponibili) che non lavori in quegli orari e possa ritirare il pacco lasciandogli i soldi del contrassegno. Abbiamo i costi per il servizio di corriere espresso più alti d’Europa, con i tempi più lunghi, con la percentuale più alta di pacchi smarriti, di pacchi danneggiati o disconoscimento di firme e di conseguenza abbiamo anche il record più basso di vendite e pagamenti on line. Pur pagando salatamente il servizio sembra più rivolgersi al B2B che al B2C. Se i Negozianti vogliono migliorare il servizio dovrebbero insistere per non farsi rovinare tutto il lavoro dai corrieri. Se noi clienti finali non insistiamo perchè pagando il prezzo del servizio completo (consegna in 48 ore e non solo per un tentativo di consegna nelle due ore più improbabili) di ottenere anche un servizio completo senza adeguarci sempre più a ovviare ai loro disservizi continui. Dobbiamo pretendere una maggiore finestra di consegna che mano a mano si sta riducendo sempre più e più cura nella consegna e non danneggiamento dei pacchi, più solerzia e volontà di svolgere bene il lavoro, non come spesso si vede con estrama svogliatezza ed incuria e questo dipende anche da quanto vengono pagati i fattorini, meno li si paga più svolgono male e svogliatamente il lavoro facendone risentire tutta la catena, esercente per primo. Spero che questa segnalazione non rimanga ignorata, solo insistendo tutti insieme potremo avere dei miglioramenti di servizio.

  • Marco

    appoggio la vostra opinione su sda corriere , il peggior corriere mai visto , servito da due bimbi minchia maleducati di Catania , che dopo la firma nella ricevuta buttano fuori i pacchi dal furgone a distanza di 5 metri dal mio cancello e se ne scappano. Mai visto un disservizio di questa portata , la cosa bella e che se parli con loro sono poco pagati , fossi per me li imbarcherei nei barconi direzione Africa . E poi poste italiane si lamenta dei pochi guadagni e delle continue lamentele da parte dei consumatori . Fossi in loro fare un email apposita per le lamentele dei consumatori , in modo tale da identificare questi nullafacenti che non c’è la fanno manco a fare la o col bicchiere e mandarli direttamente a casa!

  • Mauri

    È una vergogna che nessuno rispondi mai al telefono vergognatevi

  • Rose Silva

    E’ un assurdo che ci sia un disservizio così. Siamo in Europa. E’ da non credere. A me è capitato che ho pagato 97,00 euro a “Poste Nazionali” a Napoli per la spedizione di un pacco in Brasile e mi è stato assicurato che la consegna era a domicilio entro 7 giorni. Dopo 15 giorni che il pacco non arrivava, ho chiesto spiegazioni e nessuno, nessuno, sapeva informarmi dove si trovava il pacco. Smarrito, o comunque, neanche SDA riusciva (o no ha voluto andare fino in fondo?) rintracciarlo. Per più di un mese nessuna informazione, silenzio assoluto. Neanche l’assistenza delle “Poste Nazionali”, dove ho consegnato il pacco, se ne interessata. In realtà, non conoscono le procedure, non hanno recapiti del partner nel Paese del destinatario, spediscono e basta; ma se c’è un problema non sanno come risolvere. Non danno garanzie. Comunque, dopo quasi due mesi, scopro che il pacco stava tornando al mittente, cioè, a me. Ho pagato caro per un servizio che non ho avuto, e sono amareggiata perchè non avrò in dietro i miei soldi. Sarei stata contenta di dare questi soldi a un povero, a una famiglia nel bisogno, visto che quell’aiuto che mandavo alla mia famiglia non è mai arrivato, invece, è andato a una ditta che non ha fatto bene il loro lavoro, che è stata superficiale. E leggendo questi commenti, mi domando perchè ancora offre un servizio così precario, così fatto male. Se non può garantite per il servizio fatto bene, non farlo. Mi hanno assicurato che l’avrebbero consegnato a casa… e invece, ho perso il tempo e i miei sudati soldi. Oltre che il mal di testa e la preoccupazione di per tanto tempo non aver avuto notizie di dove era il pacco per la mia famiglia. Ho lavorato tanto per poter mandare delle cose alla mia famiglia e mi sento proprio ingannata. Sono desolata. Non ho trovato nessuno con un po’ di coscienza che mi dicessi, “facciamo un rimborso” al meno di una parte… si sono lavati le mani e chiuso il discorso. “non è previsto rimborso per questo tipo di spedizione” , mi hanno detto. non si può neanche fare una denuncia, nessuna ascolta…

  • teresa massari

    Sda= associazione a delinquere!! Inadempienti al massimo, un pacco che doveva essere consergnato il giorno dopo, ad oggi che sono passati 5 giorni, non è stato ancora portato. Ma gli autisti incorrono in qualche penale quando fanno i comodacci loro? Dovrebbero far pagare loro le spese per le mancate consegne, visto che la società si toglie tutte le responsabilità.

  • Valentina

    Pessimi.. ho pagato un supplemento di 5€ per una spedizione cn appuntamento.. avevano tutta la mattinata a disposizione per poter consegnare il pacco e cosa fanno??? Vanno alle 17 !giustamente a casa nn c era nessuno.

  • Felix Wachtler

    Abito in Provincia di Bolzano e devo constattare che il servizio SDA e pessimo. Oggi doveva essere consegnata la spedizione a casa mia pero il corriere non riesce o non ha voglia di trovare il mio recapito. Allora mi hanno mandato il n. Cellulare del corriere pero non riesco a prendere linea doppo un squillo cade la linea. Chiamando la Sede SDA e dopo una lunga attesa mi risponde un operatore che non puo fare niente per risolvere questo problema!? Non e la prima volta che SDA mi crea dei problemi fa propio scifo.

  • Fernando Presutti

    Sono pienamente d’acocrdo con quanto detto da altre persone. In questi giorni sto vivendo per l’ennesima volta problemi di ricezioni di pacchi tramite SDA in quanto al mio indirizzo non esiste, e non per mia colpa, un numero civico. e pur avendo il mio numero di cellulare nessuno dei corrieri si degna di chiamare e rispediscono il pacco al mittente. Sono veramente molto ma molto deluso e non capisco come mai esiste un corriere del genere. Tutte le volte che ordino via web, e lo faccio moltissime volte, non ho mai avuto problemi con altri corriere tipo GLS,TNT, BRT etc. perché chiamano al cellulare per verificare mentre se si guarda il tracking della SDA é semplicemente risdicolo.

  • Romeo

    Spero che amazon smetta di spedire con sda .
    Ho sospeso come tanti gli acquisti online.