Melegatti: botta e risposta

Spett. Melegatti,

mi trovo ad avere finalmente occasione di gustare un prodotto della vostra gamma che avevo acquistato in vista di una lieta serata tra amici.
All’apertura dell’imballo del "Pandoro zabaciok Melegatti", dopo un primo momento di incertezza, abbiamo dovuto constatare che le aspettative derivanti dalle immagini accattivanti poste sull’involucro, erano state tragicamente disilluse.
La meravigliosa glassa di cioccolato che si poteva apprezzare sull’immagine, era, in reltà, una sorta di cialda rinsecchita posta in cima al povero pandoro, che, piegato un po’ da una parte, ha cercato disperatamente di farsene colare almeno un poco tra le fette.
Non abbiamo potuto fare altro che gustarci comunque il pandoro, che se pur buono, difettava di quel valore aggiunto che l’entusiasmo ferito avrebbe apportato.
A supporto di quanto sopra esposto, allego la prova fotografica della serata…
Un tanto per Vostra conoscenza, nella speranza che le impressioni di un consumatore che ha voluto darvi la propria fiducia e preferenza, vengano prese in considerazione, almeno dal punto di vista meditativo.
Cordiali saluti. 

Dario Colarich

La risposta dell’azienda:

Gentile Sig. Dario,
siamo molto spiacenti del fatto che ci ha comunicato, anche se
riteniamo estremamente positivo che i nostri Consumatori si
rivolgano a noi in similicircostanze.
Nonostante un=92accurata lavorazione e la predisposizione di
tutti i necessari controlli, eventi di eccezionale rarità
possono far si che si giunga alle condizioni da Lei denunciate.
Le chiediamo se è possibile comunicarci il numero di lotto
(stampato vicino alla data di scadenza) al fine di poter
effettuare i ns controlli.
Ritenendo indispensabile conservare un rapporto di fiducia con
tutti i nostri Consumatori Le invieremo quanto prima un
omaggio che pensiamo possa gradire.

In attesa di risposta inviamo i nostri migliori saluti.
Cordiali saluti.
Servizio Cortesia Clienti
Monica Montresor
Technorati Tag: ,,
  • Anonymous

    No, non è un caso, anche il mio Zaba Ciok era rinsecchito e brutto…. molto diverso da quello del packaging. Non fatevi sedurre dagli omaggi, l’industria alimentare deve imparare a non essere ingannevole nel proprio approccio al consumatore. In Italia siamo ben lontani dall’obbiettivo, ma l’importante è inizare la battaglia.