Napoli: via Cilea ripulita dopo un blitz di facinorosi

Fino ad ieri sera via Francesco Cilea, strada dove ho l’onore, ma sarebbe meglio dire, l’onere di abitare che, come tutto il mio quartiere è in preda ad una rapida decadenza, determinata da un’eccessiva concentrazione oltre che residenziale, già creatasi negli anni cinquanta, anche e soprattutto nell’ultimo ventennio da un eccessivo e non sopportabile sviluppo delle attività commerciali, compresi troppi e diffusi supermercati di ogni genere, presentava, come tanti luoghi di Napoli, ed è giusto così, la presenza di grandi quantitativi, minicolline, di rifiuti accumulati da una decina di giorni, su cui, poi, i soliti indifferenti, gettavano ogni sorta di rifiuto senza nemmeno i sacchetti,  come accade sempre da parte di fruttivendoli soprattutto, il cui grado di civiltà va all’inverso dei lauti guadagni che realizzano,evidentemente. La chicca era che negli ultimi giorni s’era proceduto alla raccolta, ma in alcuni punti, tre o quattro, nei pressi del Civico 145, su via Santa Maria La Libera e nei pressi di vico Acitillo in particolare, nessuno interveniva, la spazzatura sfiorava i muri delle case ed i portoni con lezzo impressionante, mentre altrove regolarmente si prelevava.

A livello istituzionale, qualcuno da me interpellato, mi parlava chi di questioni organizzative di ASIA (Boh!), chi di mancanza di Bobcat! Fatto sta che ieri sera, giovedì, verso le 21, 30, scoppia il finimondo. Un gruppo di "facinorosi", ragazzi non del luogo sopraggiunti in motorino, tra via Santa Maria La Libera e Via Gemito, incominciavano a trascinare tutti i cassonetti per strada, rovesciarli, spargere ovunque rifiuti, financo una gigantesca campana della plastica. Abbiamo provato, visto che col passare del tempo nulla accadeva e chi transitava con le auto restava bloccato e abbandonato a se stesso, riuscendo a svincolarsi con manovre azzardate e triturando sacchetti sparsi, a chiamare il 113, i carabinieri, i Vigili del Fuoco , Polizia Municipale, ma nessuno è intervenuto e s’è preoccupato più di tanto. I Giovani sono andati via tranquilli. Solo verso l’una di notte, qualcuno è arrivato a pulire, a togliere tutto: la strada è tornata come una Svizzera, lavata e disinfettata come mai: tonnellate di rifiuti spariti nel nulla! Quindi possiamo concludere che "solo grazie all’intervento di questi facinorosi" la strada è stata ripulita dai rifiuti, siamo ritornati nella civiltà che un tempo esisteva…..Un fai da te organizzato da qualcuno? Ci chiediamo se questa città abbia oramai un minimo di Amministrazione Pubblica oppure se e da chi risulti governata, visto che avere un po’ di igiene qualcuno ritiene di dover ricorrere ai metodi forti, in assenza totale di qualsiasi normale intervento istituzionale. Grazie per l’attenzione.

Antonio di Gennaro