Maggiore tutela dei minori nelle programmazioni televisive

Gent.mi

Vorrei segnalare un fatto che mi ha lasciato alquanto perplessa.

Sabato pomeriggio su italia 1 alle ore 14,00 circa c’è stata la prima visione di un film a bollino verde quindi  visione senza adulto, ma la storia da storiella per bambini-adolescenti è risultata una storia d’amore per lesbiche.

Ora io non ho niente in contrario, ma far vedere alle 14,00 un film del genere a dei minori beh, va contro ogni etica educativa (sono sicura che la tv non sia educativa) e morale, e dà solo confusione a ragazzi in formazione sessule, ma sopratutto il danno sta che molti la realtà la confondono con la tv e ne seguono le tendenze proposte; non era un film adatto per quell’orario.

Per quanto ne so, Berlusconi non è a favore dell’omosessualità, mi chiedo come sia potuto andare in onda, ed addirittura la ex-miss Carfagna non dà l’ok per il gaypride, allora cos’è questa controtendenza?

Mi chiedo anche come mai l’associazione che si occupa del controllo televisivo per la tutela del minore che ha proposto lo spostamento dal palinsesto Tv del programma "Lucignolo" da prima a seconda serata, non si sia accorta di quel film?

Grazie infinite per l’attenzione.

Federica B.

Bracciano (Rm)