Vergognoso peggioramento delle condizioni dei treni

Spett.li Assoconsumatori,

a distanza di un paio di giorni dalla mia ultima mail mi trovo costretto a scrivervi di nuovo in base alle pessime condizioni dei treni che, incredibile a dirsi, sono peggiorate in soli due giorni. Le foto che allego (quelle con carte, bottiglie, giornali, ecc.) sono state scattate Giovedì 25/09/2008 a Minturno sul treno delle 9,36 proveniente da Villa Literno e diretto a Roma Termini. Vorrei far notare che il treno in questione si trova SEMPRE nelle condizioni mostrate in queste foto. Da notare anche la sporcizia dei bagni e la mancanza delle porte di comunicazione (senza contare carrozze con luci spente ed aria condizionata non funzionante con finestrini bloccati).
Foto0411 
Foto0417
Foto0414
Foto0413
Foto0406
Per quanto riguarda invece le foto con le persone in piedi presenti sono foto scattate a Campoleone sul treno delle 15,10 proveniente da Roma Termini e diretto a Napoli Centrale. Anche su questo treno le condizioni dei pendolari sono le stesse da anni (il venerdì è un miracolo il solo riuscire a salire su questo treno). E pensare che i controllori stessi nonché i capotreno ci hanno riferito che a Roma chi di dovere sa e vede, ma non prende provvedimenti. Abbiamo segnalato (anche con l’aiuto di giornalisti e con foto inviate e pubblicate sui giornali, nonché inviate alle direzioni regionali di Trenitalia) diverse volte la situazione, dando anche dei suggerimenti, ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta (In tutto ciò Striscia o Mi manda rai tre o Report se ne sono fregati di parlare della situazione dei treni nel centro sud). Nel frattempo la Segreteria Mobilità Lazio, alla quale sono state inviate foto e mail sulla condizione dei treni (anche sui ritardi cronici che ho omesso di citare in questa mail, ma che continuano ad esserci) fa orecchie da mercante. Per non parlare di Trenitalia, la quale quelle rare volte che risponde lo fa in maniera standard, quasi da presa in giro.
Ma Trenitalia qualche mese fa non parlava di standard di qualità dei treni? Non parlava di una penale per chi non rispettasse questi standard di qualità? E la Regione Lazio che fa? Non fu proprio la Regione Lazio a dire che avrebbe applicato penali a Trenitalia in caso di mancato raggiungimento degli obiettivi di pulizia e puntualità dei treni? In Liguria ciò è stato fatto e i miglioramenti si vedono…Nel Lazio, come al solito, ancora no… Alle volte mi chiedo se abbiamo dei presidenti di Regione o se Marrazzo e Bassolino non siano solo “chiacchiere e distintivo” per citare una frase di un famoso film.
Detto questo porgo i miei più cordiali saluti, autorizzo la pubblicazione ovunque possa essere utile per un miglioramento della situazione dei pendolari, sperando che qualcuno in regione Lazio e regione Campania si svegli e chi ha delle responsabilità paghi. Da parte mia ho già proceduto ad una denuncia penale nei confronti di Trenitalia attraverso i carabinieri. E in breve procederò ad altra denuncia tramite l’ausilio di un avvocato (dico solo che è molto bravo e molto conosciuto). Ma sarebbe utile che si procedesse ad una denuncia cumulativa unendo le varie associazioni di pendolari e le assoconsumatori (che dovrebbero assumersi l’onere economico che i pendolari non possono permettersi).
Marco Flammini.