Disservizio autostrada Civitavecchia – Roma

Gent.mo Responsabile,

desidero metterle in evidenza un inqualificabile disservizio avvenuto per ben due volte sull’autostrada Civitavecchia – Roma e viceversa, disservizio che dava origine ad una potenziale truffa a danno dell’utente di detto tratto autostradale.
Il giorno 22 settembre 2008, dovendomi recare all’aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino, all’ultimo casello prima dell’aeroporto il pagamento automatico non funzionava in nessun box di pagamento aperto, da notare che non era disponibile nessun box con esattore, nonostante le vibrate proteste degli automobilisti.
Il disservizio si esplicava nel fatto che nonostante fosse stato inserito l’importo richiesto dal display la sbarra non si sollevava o meglio veniva sollevata dopo le invettive dei clienti. Stesso fatto è avvenuto il 29 settembre 2008, al ritorno in direzione opposta, con l’aggravante che dopo il pagamento e le invettive per far alzare la sbarra, essa veniva alzata contestualmente all’emissione  una ricevuta di mancato pagamento (in allegato) invece di quella di pagamento effettuato.
Faccio rilevare che le macchine di pagamento automatico, in entrambi i casi, erano vecchie e arrugginite, perciò oltre che il danno la beffa, o meglio la truffa, vista che le innumerevoli autovetture che passavano di lì a quell’ora era richiesto il doppio pagamento, giusto per premiare l’inefficienza e i disservizi delle sgangherate autostrade italiane.
Ovviamente non è assolutamente mia intenzione ripagare l’€ 1,80 che ho già dovutamente pagato il giorno 28 settembre, ricevendo solo un inammissibile ed indecente disservizio, ma intendo rivolgere con sdegno una lamentela indirizzandola agli organi competenti ed alla stampa, affinché tali illeciti e disservizi terminino.
Concludo osservando e chiedendovi come mai  in Germania ed in Inghilterra le autostrade non costano niente e solo trenta Euro per un abbonamento di un anno in Svizzera! Mentre a fronte di costi esosi, simili a balzelli medievali, quelle italiane offrono solo tali disservizi e per di più truffaldini! Le  chiedo infine se non vi vergognate di ciò.
Ringraziandola per la sua cortese attenzione,

distinti saluti
Dott. Fabio Ruberti