ICI già pagata.

Il Comune di Genova (o meglio la società di riscossione) sta inviando per raccomandata delle cartelle esattoriali per il pagamento dell’ICI del 2003 (probabilmente perché scade nel 2008). Queste cartelle sono giunte a mia moglie a mia suocera e a mio suocero e affermavano che non erano stati pagati importi che prevedevano ICI parziali, more e interessi. Ho fatto un controllo nei miei archivi e tutto risultava regolarmente pagato; stesso controllo l’ho fatto per mia suocera e anche in questo caso tutto era stato regolarmente pagato. Ho fatto così un fax al Comune affermando che i miei pagamenti erano a posto e pertanto i controlli se li facesse nei suoi archivi, probabilmente "incasinati". Mi è pervenuta una telefonata di scuse dicendo che in effetti tutto era stato pagato regolarmente. Vengo ora al clou della protesta: mio suocero non appena arrivata l’ingiunzione di pagamento è andato alle Poste e ha pagato il bollettino (107,00 euro); anche in questo caso ho fatto i controlli e risultava tutto pagato regolarmente.
Mi è stato detto dal Comune di fare domanda di rimborso attraverso l’apposito modulo che significa recarsi in un Ufficio al centro di Genova senza posteggio e con fila di cittadini che lì si recavano per lo stesso motivo. A parte il tempo che si perde c’è da quantizzare la benzina e la spesa del posteggio, la raccomandata fatta dal Comune che sono pagate dai contribuenti !
Così come ha pagato senza batter ciglio mio suocero chissà quanti cittadini (anziani o meno scrupolosi) sono nelle sue stesse condizioni? Cittadini cioè che fidandosi delle istituzioni pagano quanto gli è chiesto di pagare !

Cordiali saluti

Ferdinando