Alice e TIM – Gli “inghippi” delle promozioni!

MI DATE UNA MANO, UNCONSIGLIO?  Ecco, "in breve” le ragioni per le quali vorrei intraprendere nei confronti della TIM per contestare una serie di errate fatturazioni da parte della TIM, errate fatturazioni che sorte dal serivizio promozionale ALICE-TIM dal che invitava clienti ALICE-TIM ad usufruire la possibilità di fare apparire GRATUITAMENTE sul  proprio cellulare i nomi dei MITTENTI delle e-mail che arrivano al mio indirizzo di posta elettronica.   OK, tutto è partito e, sembra, rispettare  gli inviti promozionali sino a che non è arrivata la prima fattura.  (la 7B00725049 del 14.07.08) con un tolale estremamente alto (uso il telefonino solo per chiamate in arrivo). In giugno sono stato all'Estero per cui pensavo di giustificare in qualche modo la differenza dall'importo fatturato a quello usuale. Il problema è però continuato con successive due fatture e con importi più alti e, questa volta, paurosamente più alti. Naturalmente ho cominciato a tempestare di telefonate il 119. “Stia tranquillo, eliminiamo la causa dell'inghippo”. Anche questa volta ho pagato (stupidamente, forse).
Va tenuto presente che le cifre che mi sono state fatturate erroneamente (oltre alla normale cifra di abbonamento ed alle poche telefonate effettuate) si riferiscono a SMS e MMS! Posso avere usato (nell'arco della
mia vita di telefonista “cellularizzato”) qualche SMS,  mai MMS che non so neppure cosa siano! SMS  e MMS alle quali non ho, peraltro, mai risposto attraverso il cellulare! Alla terza fattura (ne attendo una quarta!) ho messo sottosopra il 119 senza risultati. Sono andato alla sede del “Telefonino” (quella sul corso di Porta Vittoria, qui a Milano) per vedere se loro riuscivano a risolvermi la cosa. La loro risposta (ma anche di qualcuna delle signorine del 119) “è strano, sappiamo della promozione, non dovrebbe succedere quello che le è successo”. Per risolvere la cosa mi suggeriscono di passare alla fattura alle schede prepagate pur conservando il numero vecchio (avevo appena smesso di lavorare con partita IVA e, allora, mi serviva poter scaricare i costi). Detto e fatto, nuovi costi, ma finalmente avrei dovuto risolvere la cosa. Nient'affatto. Tutto come prima.
A questo punto chiedo di avere un numero nuovo. OK sembra che tutto sia terminato se non consideriamo se la prima prepagata (quella col vecchio numero) aveva un “resto” di circa 30 Euro che non ho ancora (o più ?) rivisto.  A vostra diposizione per maggiori dettagli o per un appuntamento presso la vostra Sede.  Grazie, cordiali saluti e Buon 2009!  A.F.
Technorati Tag: