Trenitalia: eventi accidentali o… Provvidenziali?

Gentile Responsabile Sig.ra XY,

in risposta alla vostra lettera prot. N° 081216-27-168 nella quale si comunica l’impossibilità di dare corso alla richiesta di bonus presentata il 3/11/2008 relativa al treno 9436 del giorno 03/11/2008, chiedo che siano dettagliatamente specificati gli "eventi accidentali" che hanno comportato il ritardo di 18 minuti, sul ritardo totale di 41,5 minuti. Vogliate fornirmi chiare e pronte delucidazioni sul fatto che tale ritardo di 18 minuti non sia attribuibile a responsabilità di Trenitalia. Rimane il fatto che il ritardo totale di 41,5 minuti è del treno 9436 (alta velocità) sul quale viaggiavo e per il quale è stato pagato per intero il relativo biglietto (malgrado 41,5 – 18 faccia, per puro caso naturalmente, 23,5 ed il limite per accedere al bonus fissato dalla Carta Servizi sia 25!!!). Insomma per 1,5 minuti non ho diritto al bonus nonostante i gravi disagi patiti ed lo scandaloso ritardo di 41,5 minuti accumulato dal vostro treno Eurostar. Francamente mi sembra un modo di procedere assolutamente ingiusto. In attesa di un vostro veloce e positivo riscontro, si inoltra per conoscenza questa e-mail alle associazioni di tutela dei consumatori. In mancanza di un risarcimento invierò questa mia anche agli organi di stampa ed al mio avvocato per adire le via legali.

Saluti.

Prof. Ugo Di Felice