Vita da pendolari: una settimana terribile!!!

15 gennaio 2009(sera) Video tappezzato di ritardi, WC guasto, temperatura tropicale a bordo

Questa sera, lanciando un’occhiata verso il video tappezzato di ritardi, nel sottopassaggio della stazione di Rogoredo, ho avuto quasi un tuffo al cuore: ho notato nella colonnina dei ritardi cifre maggiori di 20 e  alcune righe con “SOPP.”  Scorrendo più attentamente la lista, mi sono rilassato un po’ notando che il treno IC 597 MI-TR, a cui puntavo, non indicava alcuna “cifra”.
Dopo essermi tele-trasportato a bordo  (da una porta segnalata chiusa!), sulla porticina della toilette della carrozza di prima classe, ho notato  la scritta “WC GUASTO”; immediatamente ho ricordato che tale segnalazione era già stata effettuata nei gg scorsi da un collega pendolare; purtroppo il WC non è stato ancora riparato…probabilmente, in caso di “busso da esplosione”, si potrà comunque accedervi e adeguare eccezionalmente il ruolo istituzionale  del lavandino!
Dopo essermi tolto l’armatura invernale,mi metto a sedere, sono in camicia,  c’è caldissimo. Chiudo un attimo gli occhi e cerco di rilassarmi, se non fosse per quell’odore acre di freni surriscaldati che mi infastidisce, potrei pensare di essere a Los Roques su un banco di sabbia corallina… Riapro gli occhi dopo qualche minuto,la temperatura non è scesa; Decido quindi di calzare le infradito, accendere il notebook e  “spifferare” tutto ai media anche stasera!
Il treno ha proceduto lentamente fino alla stazione di Lodi: certamente sarà stato preceduto da  qualche convoglio di categoria inferiore. Sono le 18:30 al momento della partenza da Lodi e abbiamo quindi già maturato più di 10 min.di ritardo
Devo ammettere che, a livello comfort,  è andata un po’meglio di stamattina, quando, su ICN 784, ero semi-seduto in un corridoio angusto di seconda classe, con una molletta al naso,il pc portatile sulle gambe e sono stato costretto ad appiattirmi ripetutamente sul finestrino per far passare gente…
Il treno IC597, partito in orario, ha raggiunto PC con 14 minuti di ritardo.

16 gennaio 2009: CI SI METTE ANCHE LA NEBBIA A RALLENTARE GLI EUROSTAR….

Questa mattina il  treno  ES*9776 BO-MI è arrivato e partito  con qualche minuto di ritardo. Poco dopo, forse a causa della nebbia che gravava sulla linea, si è spinto moooolto lentamente fino alle “porte”  della stazione di Codogno (fermandosi anche qualche secondo per un semaforo rosso): ma gli Eurostar non dovrebbero aver precedenza su tutto?
La nebbia aumenta: il treno percorre a bassa velocità anche il tratto Codogno-Casale: arriveremo in anticipo anche oggi?
ES*9776 ha proseguito a velocità discreta fino a Tavazzano (dove si è fermato ancora un po’);forte rallentamento anche in prossimità di S.Donato Mil., sosta di qualche minuto alle porte di Rogoredo; il treno ha finalmente raggiunto quest’ultima stazione alle 8:54    con 4 minuti di ritardo (secondo FS), 13 secondo il “vecchio” modello di calcolo. A Milano si intravede anche un po’di sole: speriamo porti un po’di serenità negli animi irrequieti dei pendolari
Ringraziandovi per la pazienza, per la consueta disponibilità e per la diffusione  di queste segnalazioni che state effettuando in varie forme, saluto cordialmente.

Venerdì 16 gennaio 2009(sera) Treno in ritardo, viaggio in piedi, WC guasto, temperatura tropicale a bordo

Questa sera il treno IC 597 MI-TR è partito dalla stazione di Milano Rogoredo con 12’ di ritardo (suppongo per nebbia)
Dopo essermi tele-trasportato a bordo  (attraverso la solita porta segnalata chiusa!) sulla stessa carrozza di ieri, con “WC GUASTO” e temperatura tropicale, ho dovuto, ahimè, constatare che i posti a sedere erano tutti occupati; dentro di me ho pensato che la maggior parte delle persone sedute fossero portoghesi ,non come il famoso calciatore Cristiano Ronaldo,ma  in quanto viaggiatori non in possesso del biglietto di prima classe (o ancor peggio, senza biglietto o, in due casi ,senza permesso di soggiorno). Naturalmente, quando è passato il controllore gli ho chiesto in modo un po’ provocatorio: “E’ possibile verificare al più presto se tutte le persone sedute in questa carrozza sono in regola con la prenotazione?”; una sua occhiataccia è stata più emblematica di qualsiasi risposta… A quel punto, amareggiato per aver sbattuto, per l’ennesima volta, contro un “muro”, ho preferito soprassedere (senza sedermi!)
Con miracoli di equilibrio sono riuscito a scrivere sul notebook, anche stando in piedi, per cui mi auguro che questo “sforzo” sia ancor più apprezzato dai lettori. L’ennesimo disagio patito mi convince sempre più ad aderire alla richiesta di risarcimento “danni esistenziali”, non tanto o non solo per l’entità del rimborso che eventualmente si potrà ottenere, ma per la soddisfazione di aver conseguito una vittoria morale nei confronti delle FS! Come affermava saggiamente nei gg scorsi il presidente dell’Ass.Pendolari Fittavolini  “La soddisfazione non ha prezzo”.
Il treno IC597 ha mantenuto il ritardo inalterato fino alla stazione di Lodi; successivamente ha percorso il tratto LO-PC a velocità abbastanza bassa raggiungendo Piacenza con  19 minuti di ritardo.
Ringraziandovi per la pazienza, per la consueta disponibilità e per la diffusione  di queste segnalazioni che state effettuando in varie forme, saluto cordialmente

Lunedì 19 gennaio 2009: INIZIO SETTIMANA DISASTROSO! E….. METEO-TRENO  PREVEDE FORTI PEGGIORAMENTI

Questa mattina il  treno  ES*9776 BO-MI è arrivato e partito  “in orario” dalla stazione di Piacenza.  Mentre scorrevano le carrozze, dal marciapiede ho notato che una di queste era chiusa, mentre un’altra era aperta ma praticamente vuota e le poche persone che la stavano occupando erano bardate con piumini, cuffia,guanti e sciarpa… Immagino quale fosse la temperatura all’interno…
Considerando che di lunedì questo convoglio è solitamente affollato, la presenza di 2 carrozze indisponibili (su 8) ha creato, inevitabilmente, qualche disagio e ha costretto qualche pendolare piacentino a fare il viaggio in piedi (non a me, per puro caso)
Dopo aver percorso i primi km, dentro di me si fa strada la convinzione che anche oggi non riusciremo a “coprire” la distanza di 64 km nei famosi 33 minuti previsti un tempo, quando non c’era la TAV e questo trenino si chiamava ICplus 552! Non perderò l’occasione per ribadire che questo trenino ha cambiato nome ed è salito di categoria, ma ha drammaticamente peggiorato le sue performance.
ES*9776 ha proseguito a velocità discreta fino a Lodi (dove ha rallentato paurosamente per dare le solite precedenze a treni di categoria inferiore);poi, brevi “pit-stop” a Tavazzano e all’innesto sulla linea “veloce” (ah, ah, ah,); forte rallentamento anche in prossimità di Borgolombardo, da dove  ha proceduto a passo d’uomo fino a S.Donato Mil.; sosta di qualche minuto alle porte di Rogoredo; il treno ha finalmente raggiunto quest’ultima stazione alle 9:02   con 12 minuti di ritardo (secondo FS), 21 secondo il “vecchio” modello di calcolo.
RISULTATO FINALE :EUROSTAR HA PERCORSO 64 km in 54 MINUTI!!!  IN BICICLETTA, CON UN PEDALE SOLO, CI AVREMMO IMPIEGATO MOLTO MENO!!!!!!
La settimana è iniziata decisamente “in salita”… fortunatamente, sono appassionato di trekking ad alta quota!!

Lunedì 19 gennaio 2009 sera: CARROZZA DECLASSATA; ABBONATI DI PRIMA CLASSE IN PIEDI

Questa sera il treno reg 2285 MI-BO è partito “in orario” dalla stazione di Milano Rogoredo . Naturalmente la porta di accesso ad una delle due carrozze di prima classe era chiusa, per cui processione di pendolari alla porta vicina per salire dalla carrozza “confinante”.
Per gli abbonati di prima classe subito una  ulteriore brutta sorpresa: una delle due carrozze di prima classe è declassata per cui già stracolma di gente seduta in piedi; abbiam tentato la fortuna nell’unica carrozza di prima disponibile, consapevoli che avremmo fatto il viaggio in piedi. Rassegnati per l’ennesima beffa (non perdo mai occasione per ricordare che l’abbonamento mensile costa 164+8 euro per accedere a qualsiasi categoria di treno) ci siamo organizzati per viaggiare in piedi con i consueti miracoli d’equilibrismo.
Qualche istante dopo la partenza, il treno appena uscito dalla stazione si è fermato inspiegabilmente per 8 minuti circa (colpa della pioggia? Mah…)
Con altri pendolari di lungo corso, abbiamo commentato “simpaticamente” i disservizi a cui siamo sottoposti ogni giorno, ma per correttezza mi asterrò dal riportare i termini coloriti utilizzati durante la chiacchierata.
Alle 19 il treno ha raggiunto Lodi, dove molte persone sono scese liberando quindi anche tanti posti a sedere, per cui la dozzina di persone che avevo notato in piedi (me compreso) hanno potuto “accomodarsi” fino a Piacenza. A quel punto ho potuto accendere il notebook e continuare il “reportage” interrotto stamattina quando ero a bordo dell’accelerato travestito da Eurostar!!
Il treno R2285 ha raggiunto Piacenza con  10 minuti di ritardo. Questa sera sono già  stanchissimo ed è solo lunedì!
Ringraziandovi per la pazienza, per la consueta disponibilità e per la diffusione  di queste segnalazioni che state effettuando in varie forme, saluto cordialmente


20 gennaio 2009: TOTO-TRENO : Nuovo concorso a scommesse!

Questa mattina Vi scrivo dal R2912 delle h.7:35, partito abbastanza “in orario” dalla stazione di Piacenza.  Questo regionale ha due carrozze di prima classe, di cui una senza riscaldamento; incrocio il controllore che mi suggerisce di andare nell’altra dove c’è ancora posto e il riscaldamento funziona: ho apprezzato la gentilezza, però ci sarei arrivato anche da solo!
Dopo aver percorso qualche km, il R2912 ha rallentato tantissimo nei pressi della stazione di S.Stefano fermandosi anche qualche secondo e procedendo a passo d’uomo fino alle “porte” della stazione di Codogno, dove si è fermato per qualche minuto sotto un cavalcavia probabilmente a causa di un semaforo rosso. 
1) Arrivo effettivo nella stazione di Codogno h.7:56 (previsto h.7:44): come già scritto nei gg scorsi, non credo alla sfortuna, ma unicamente al fatto che, su qualsiasi treno si salga, il ritardo è garantito; idea! potrei organizzare una sorta di concorso quotidiano “TOTO-TRENO”  e far compilare una schedina per indovinare quale convoglio accumulerà più ritardo di tutti.
2) Casalpusterlengo arrivo effettivo h. 8:04 (previsto h.7.49)
3) Lodi arrivo effettivo h.8:18 (previsto h.8.01); è allucinante pensare che a quest’ora dovremmo già essere a Rogoredo; peccato che manchino ancora 30 km circa.
4) MI Rogoredo arrivo effettivo h.8:35 (previsto h.8.20): TOTALE 15 minuti di ritardo.
RISULTATO FINALE :64 km in 60 MINUTI!!!  COL MONOPATTINO, AVREMMO IMPIEGATO MOLTO MENO!!!!!!
Questa non è vita! TRENITALIA dovrebbe farci viaggiare gratis sui propri mezzi, anzi…pagarci! Devo aggiungere che oggi, in metropolitana, ho impiegato altri 42 minuti per raggiungere la sede di lavoro… ne sono certo: è una giornata terribile!

Massimiliano Davoli

Technorati Tag: ,