Contratti impossibile con la H3G S.p.A.

Al sig. Roberto, come a tutti gli utenti che hanno subito disservizi con le società telefoniche, forniamo le procedure corrette di reclamo e le modalità operative per l’eventuale conciliazione diretta tra l’ACU (a cui l’utente dà formale delega scritta) e, in questo caso, l’H3G.

La Redazione

Vi autorizzo a pubblicare la storia che segue.

Un particolare che non ho evidenziato nel racconto è l’assurdità di avermi riattivato la linea dal 07/04/2009 (senza avvertirmi, per cui non l’ho mai potuta usare), dopo che era stata sospesa il 07/03/2009 e che hanno ricevuto la mia comunicazione di disdetta del contratto il 10/03/2009…..semplicemente assurdo.

Vi ringrazio per l’attenzione che mi avete rivolto.

Cordiali saluti.

Roberto Pettenò

All’ Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, Alla Trasmissione televisiva “Striscia la notizia”, Alla Trasmissione televisiva “Mi manda Rai tre”, A Varie Associazioni per la difesa del consumatore

E, p.c. alla H3G SPA

Vi invio il racconto di quanto accadutomi con la società H3G spa nella speranza che a qualcuno possa interessare o che mi possa aiutare.

Espongo i fatti che, naturalmente, sono tutti ben documentati:

24/09/2008: Mi reco presso una Agenzia H3G spa e sottoscrivo un contratto “Tre dati plus”. In quella sede mi fu fatto compilare uno stampato in cui io riportai correttamente i dati del mio conto corrente per effettuare i pagamenti tramite addebito in conto corrente (RID).

07/11/2008: Mi arriva la prima fattura relativa al periodo dal 24/09/08 al 30/11/08, con la dicitura “pagamento con bollettino postale” e l’avviso che non è un metodo di pagamento tra quelli contrattualmente validi. Penso che si tratti di un disguido relativo alla prima fattura e mi limito a provvedere al pagamento tramite bollettino postale.

23/01/2009: Mi arriva la seconda fattura relativa al periodo dal 01/12/08 al 31/01/2009 e con scadenza 14/01/09 (quindi già scaduta). Anche in questa fattura viene riportato quanto scritto nella precedente. Mi reco quindi immediatamente presso la mia banca per effettuare personalmente la richiesta di addebito in conto corrente con i dati che avevo trovato allegati alla fattura.

28/01/2009: Provvedo a pagare la seconda fattura e invio tramite fax ai numeri della H3G spa 0659556753 e 800179600 copia della richiesta di addebito in conto corrente fatta direttamente dalla mia banca, copia di un documento d’identità e copia delle ricevute di pagamento delle prime 2 fatture.

02/03/2009: In questo giorno ho la spiacevolissima sorpresa di non riuscire più a collegarmi ad internet e sentito il 133 vengo a conoscenza che la linea è stata sospesa per errata modalità di pagamento. Dopo aver raccontato tutta la storia, mi viene consigliato di inviare nuovamente RID e documento d’identità ai soliti numeri telefonici.

03/03/2009: Come consigliato invio nuovamente tutta la documentazione.

05/03/2009: Non ricevendo dalla H3G spa alcuna risposta e avendo la necessità di collegarmi ad internet ad alta velocità, mi reco nuovamente presso la mia banca per capire cosa cavolo fosse successo e li mi dicono (dopo aver controllato l’esattezza dei dati che avevano inserito) che per loro era tutto regolare e che non capivano perché la H3G SPA avesse respinto la RID. Preso dalla disperazione perché non avevo idee di come uscire da questa situazione (preciso che io per motivi personali ho assolutamente bisogno del collegamento ad internet e chiamando il 133 sapevano solo dirmi che la linea era sospesa per modalità errata di pagamento), invio subito per raccomandata con ricevuta di ritorno la richiesta di risoluzione del contratto con l’idea di farne un altro visto che questo era nato male.

06/03/2009: Mi reco in Agenzia per restituire la chiavetta USB, ma non viene ritirata in quanto l’ operatore mi dice che la linea risulta “sospesa” e finchè non è cessata la chiavetta non può essere ritirata e mi dice di ripassare dopo un po’ di giorni.

09/03/2009: Provo a recarmi presso una Agenzia diversa dalla precedente per vedere se avevano qualche idea su cosa potesse essere successo ma anche in questa sede non riescono a darmi alcuna spiegazione, però aggiungono che se facevo un altro contratto con loro non avrei avuto problemi. Faccio quindi un altro contratto questa volta a nome di mia moglie, notando che, diversamente da quanto avvenuto nella precedente agenzia, la richiesta dell’addebito in conto corrente mi è stata fatta facendo la lettura direttamente dal mio bancomat, il che mi ha reso più fiducioso. Chiedo pure se potevo restituire la chiavetta precedente, ma mi dicono che devo andare dall’Agenzia dove mi è stata consegnata.

10/03/2009: Mi reco presso la prima Agenzia per restituire la chiavetta, ma mi viene ripetuto quanto detto in data 06/03/2009.

13/03/2009: Mi arriva la terza fattura relativa al periodo dal 01/02/09 al 31/03/09 e sperando sia l’ultima, provvedo a pagarla regolarmente pur avendo qualche perplessità sul pagarla per intero, visto che la linea mi è stata sospesa dal 02/03/2009 e da quel giorno non ho più potuto accedere ad internet tramite la chiavetta USB che mi era stata fornita in comodato d’uso, ma ho dovuto farlo rispolverando il vecchio modem analogico a 58 kb e collegandomi tramite rete telefonica.

16/03/2009: Mi reco nuovamente per tentare di restituire la chiavetta ma ricevo sempre la medesima risposta.

19/03/2009: Mi arriva una lettera dalla H3G spa in cui mi viene detto che hanno tentato invano di contattarmi e mi viene richiesto di fornire un recapito alternativo……..al che rimango allibito perché nel fax che ho inviato il 03/03/2009 avevo fornito tutti i recapiti di cui sono in possesso e cioè: telefono di casa, telefono dell’Ufficio, Cellulare, e-mail di casa e e-mail dell’Ufficio. Comunque sia provvedo ad inviare un altro fax con i recapiti già comunicati.

02/04/2009: Mi contatta al cellulare una operatrice della H3G spa la quale mi dice di restituire la chiavetta in Agenzia e di inviare via fax modulo di restituzione della chiavetta, copia del contratto, copia della disdetta inviata con raccomandata RR e copia di un documento d’identità. Io faccio presente che in agenzia non mi lasciano riconsegnare la chiavetta perché la linea risulta “sospesa” e non “cessata”….lei mi risponde “impossibile”….io tento di dirle di quale agenzia si tratta in modo che la contatti lei, ma lei mi risponde che non può contattare le agenzie e di riprovare a consegnarla.

03/04/2009: Mi reco in agenzia e racconto all’Agente della telefonata…….incredibile, senza nemmeno controllare al pc se la linea fosse cessata o sospesa, mi risponde….”beh se ti hanno chiamato direttamente quelli della TRE allora si, la puoi riconsegnare”…..cose da pazzi. Comunque riesco finalmente a riconsegnarla e ad avere questo benedetto modulo da inviare insieme al resto dei documenti richiestomi.

06/04/2009: Invio, come mi era stato richiesto, modulo di restituzione della chiavetta, copia del contratto, copia della disdetta inviata con raccomandata RR e copia di un documento d’identità.

08/05/2009: Mi arrivano contemporaneamente 2 fatture una con il vecchio contratto a nome mio (periodo dal 01/04/09 al 31/05/09) e una con il nuovo contratto a nome di mia moglie (periodo dal 09/03/09 al 31/05/09) entrambe con il bollettino postale (purtroppo anche quella del nuovo contratto). Ovviamente (almeno per me ma non per la H3G spa) pago quella del secondo contratto ma non quella del primo e mi reco presso la seconda Agenzia per avere delucidazioni circa questa modalità errata di pagamento anche per il secondo contratto. Per fortuna questa volta l’agenzia si è incaricata direttamente di chiedere spiegazioni alla H3G spa e la risposta è stata che si trattava di un loro errore (H3G spa), però per sicurezza mi fecero inviare nuovamente copia della richiesta di addebito in conto corrente e copia di un documento d’identità ai consueti numeri di fax.

18/05/2009: Invio al servizio clienti della H3G spa e per conoscenza al Direttore di H3G spa (R.D.) una e-mail raccontando tutta questa storia e la mia intenzione di non pagare la fattura relativa al primo contratto relativa ad un periodo in cui la linea mi era stata sospesa.

Nella stessa giornata mi arriva una e-mail dal servizio clienti con scritto: “Gentile Sig. Pattenò (mi chiamo Pettenò, ma non importa), in riferimento alla sua mail del 18/05/2009 inviata anche all’indirizzo mail, la informiamo che la sua segnalazione e’ stata presa in carico dal reparto di competenza da cui ricevera’ quanto prima le informazioni richieste. Le precisiamo che e’ sempre attiva la casella mail servizioclienti@tre.it a cui puo’ scrivere per richieste di informazioni o chiarimenti sui nostri prodotti o servizi. Siamo a disposizione per eventuali comunicazioni al numero 133 o all’indirizzo e-mail Servizioclienti@tre.it Cordiali saluti, M. Servizio Clienti 3 tre.it Numero identificativo: xxx.”

08/07/2009: Mi arriva la seconda fattura del contratto fatto con il nome di mia moglie e…….evvivaaaaaaa….”Addebito su C/C”….finalmente è andato a buon fine e questo prova che l’errore era effettivamente della H3G come mi era stato detto dall’operatore, in quanto con le stesse coordinate bancarie che avevo comunicato per il primo contratto a nome mio, questa volta il secondo contratto a nome di mia moglie è andato a buon fine (anche se al secondo tentativo). A questo punto, non avendo più avuto notizie del primo contratto ed essendo riuscito ad avere l’addebito sul mio conto corrente (cointestato con mia moglie) del secondo contratto, penso di aver risolto tutti i problemi che ho avuto con la TRE e quasi, quasi pagare quella fattura che era rimasta in sospeso. Purtroppo la gioia dura un solo giorno in quanto……….

09/07/2009: Mi arriva una fattura relativa al primo contratto di ben 189,65 euro (preciso che dall’e-mail ricevuta il 18/05/2009, in cui mi avevano scritto che “ricevera’ quanto prima le informazioni richieste”, non ho più ricevuto nulla). Rimango allibito e ovviamente (ma sempre e solo per me e non per la H3G) non pago nemmeno questa fattura. Nella stessa giornata invio un’altra e-mail al servizio clienti della H3G spa e per conoscenza al Direttore di H3G spa (R. D.) aggiungendo, rispetto alla precedente del 18/05, il racconto di questi ultimi accadimenti

10/07/2009: Mi arriva una e-mail dal servizio clienti uguale a quella del 18/05 in cui varia solo il numero di identificativo e il nome dell’operatrice (a questo punto mi rendo conto che sono delle risposte semi-automatiche).

07/08/2009: Mi arriva una e-mail dall’indirizzo ServizioClienti in cui una gentile Sig.ra F. mi scrive che loro hanno fatto tutto il possibile per fare l’addebito in conto corrente senza riuscirci e che per certi motivi la sospensione può avvenire anche senza preavviso. Continua poi dicendomi che a fronte della restituzione del terminale verrà emessa una nota di credito da 130,00 euro per cui l’insoluto si riduce ad euro 128,40 (le due fatture insolute meno la nota di credito).

Dal 08/08/2009 al 10/08/2009: Invio 2 e-mail al ServizioClienti in cui cerco di far valere le mie ragioni e ne ricevo altrettante (sempre dalla Sig.ra F.) che invece le diniegano (però se non altro finalmente c’è una persona che entra nel merito della questione e con cui confrontarsi). In particolare, nell’ultima e-mail che ho ricevuto, si evince che i dati da me comunicati forse erano anche giusti, ma che la mia banca gli aveva in ogni caso negato la RID (quando ero stato in banca mi avevano detto l’esatto contrario). Io rispondo che se così fosse dovrei pagare la H3G e chiedere risarcimento alla mia banca, ma visto che la mia banca dice che il problema è della H3G, anche questa strada non risulta percorribile.

19/08/2009: Mi arriva una raccomandata con ricevuta di ritorno che ha come oggetto “ULTIMO SOLLECITO” e in cui si esige il pagamento di 258,40 euro entro 10 giorni dal ricevimento della medesima. Anche questa volta noto che ci sono delle incongurenze colossali che faccio notare al ServizioClienti inviando una e-mail contenente il seguente testo:

“Gent.le Sig.ra F., avevo detto che non l’avrei più disturbata ma oggi mi è arrivata una vostra raccomandata A/R (vedi allegato) che mi lascia alquanto perplesso.

Innanzitutto l’oggetto: “Ultimo sollecito”…..sarebbe stato più corretto scrivere “primo ed ultimo” visto che è l’unico sollecito che mi è arrivato.

Poi la lettera comincia con “Come da precedente comunicazione…..omissis…..”….quale precedente comunicazione ?????

Poi dice che a causa del mancato pagamento di alcune fatture per euro 258,40, si è provveduto a disattivarmi l’utenza……….affermazione a dir poco incredibile visto che:

1) Lei nell’e-mail del 10/08/2009 mi ha scritto che la linea è stata disattivata definitivamente il 21/04/2009 (per me lo era già dal 2 marzo visto che da quella data mi era stata sospesa e non sono mai stato avvertito che dal 7 aprile era stata riattivata);

2) Le due fatture insolute di cui trattasi, avevano scadenza il 15/05/2009 e 15/07/2009.

Mi chiedo come si possa disattivare una linea il 21/04/2009 (come Lei mi ha detto) a causa del mancato pagamento di una fattura che scade il 15/05/2009 e di un’altra che a quella data non era ancora stata emessa (data emissione 15/06/09) come mi viene detto nella comunicazione testè arrivatami.

Per ultimo non si fa nessun riferimento alla nota di credito a cui Lei mi aveva accennato, per cui sembra che il sig. Luciano Lentini esiga il pagamento di tutti i 258,40 euro.

Beh mi permetta di commentare con un “ironico” complimenti per la chiarezza e l’organizzazione, che non è a Lei rivolto ma alla società H3G Spa.

Comunque sia, questa comunicazione mi ha fatto piacere perchè va ad arricchire il materiale che sto raccogliendo per dimostrare l’assurda gestione che avete avuto per il mio contratto.

Saluti.”

La cosa che più mi rammarica è che sono ancora cliente della H3G (anche se con un contratto fatto a nome di mia moglie) ed ero speranzoso che questo potesse influire sulla risoluzione pacifica del precedente contratto che sono stato costretto a chiudere in quanto mi avevano sospeso la linea senza un giusto motivo poiché avevo sempre regolarmente pagato tramite bollettino di c/c postale tutte le fatture arrivatemi fino alla sospensione della linea e i dati per l’addebito in conto corrente da me inviati svariate volte NON erano “non veritieri” o ”inesatti” come previsto dal regolamento per la sospensione della linea.

Ringrazio tutti coloro che hanno avuto la pazienza e la cortesia di leggere fino alla fine questo racconto e preciso che tutta la documentazione che ho raccolto, a prova di quanto ho scritto, è a disposizione di chiunque ne faccia richiesta. Preciso pure che sono disposto ad iscrivermi ad una delle associazione di consumatori in indirizzo che sia disposta ad assistermi, anche pagando più di quanto preteso dalla H3G SPA, poiché oramai è diventata una questione di principio e non di denaro.

Nella speranza che questa storia possa risultare interessante a qualcuno che mi aiuti a pubblicizzarla o ad uscirne, porgo a tutti i miei più cordiali saluti.

Roberto Pettenò

Technorati Tag:
  • Anonymous

    Ho letto l'incredibile dis "avventura" che per quanto assurda devo dire che ormai non mi sorprende ne mi meraviglia piu' niente. Anch'io ho avuto le mie esperienze "assurde" con altri gestori che non voglio ricordare, non sempre poi si ha la meticolosità di tenere un diario di tutta la cronologia della trafila, sperando sempre che le cose si aggiustino sopratutto quando emergono le cause e le responsabilità. Volevo aggiungere un paio di considerazioni: Secondo me se ci fosse una legge che obbligasse in qualche modo a risarcire i danni e il tempo perso a causa dell'incopetenza di certe società secondo me righerebberò piu' dritti tutti, ho osservato inoltre quando si alza un polverone rivolgendosi a destra e a sinistra qualcosa si ottiene, polverone inteso come mandare 10/20fax al giorno a tutti i numeri telefonici della società oppure rivolgersi alla associazioni di consuatori ecc. ecc.

  • Massimo Cavazzini

    Per completezza: il servizio clienti 3 ha contatto e risolto il problema, tanto che il cliente scrive "Scusatemi se vi disturbo nuovamente, ma questa volta è solo per ringraziarvi. Finalmente sono stato contattato da una persona di una gentilezza più unica che rara [omissis]

  • ACU – Consuma Giusto!

    Sig.Cavazzini, le chiediamo di inoltrarci una mail dal suo ufficio (da un indirizzo ufficiale di Tre) in cui ci dimostra che il problema è stato risolto. Saremo felici di fare un upadte del post.

    L'indirizzo a cui scriverci è associazione@acu.it.

    Redazione ACU

    PS se desidera, si potrebbero risolvere anche altre segnalazioni che riguardano H3G presenti sul nostro blog. :)

  • Anonymous

    Ciao a tutti sono silver,a me e capitato di ricevere a casa una fattura dalla tre oltre mille euro,parla di un contratto che però io non ho mai fatto. Come posso fare? CIAO

  • mauro

    L'errore è stato non addebitare in banca la bolletta, tutta questa storia si poteva evitare s'è la banca del cliente avesse accettato il rid, quindi il colpevole numero uno è la banca!
    Distinti saluti
    P.S. proprio per evitare questi spiacevoli inconvenienti oggi tre chiede l'addebito tramite credit card.

  • Bolognini

    Salve mi chiamo Paolo Bolognini e voglio solo dirvi che a me sta succedendo la stessa identica cosa successa al Sig. Petteno' con la differenza che io l'addabito avrei dovuto averlo sulla carta di credito , metodo che avrebbe dovuto risolvere tutti i problemi.
    Morale : in un paese di banditi poteva esserci una compagnia telefonica di onesti ?

  • vittotio alescio

    IL 4 NOVEMBRE SCORSO LA SERA SONO ARRIVATO A DUBAI HO INVIATO 3 MMS AI MIEI 3 FIGLI E COMUNICATO DEL NS ARRIVO IL 7 MATTINA HO TOLTO LA MIA SCHEDA TRE ED HO INSERITO UNA SCHEDA DI DUBAI.IL GIORNO 23 SONO RIENTRATO A ROMA ED HO RIINSERITO LA MIA SCHEDA TRE MA MI DICEVA CHE ERA BLOCCATA PER ECCESSO DI TRAFFICO,PREMETTO CHE HO UN ABBONAMENTO ZERO7,100 EURO OGNI DUE MESI,HO CONTATTATO TRE E MI HANNO DETTO CHE DOVEVO FARE UN VERSAMENTO ALLA POSTA DI 380 EURO CIRCA E MI AVREBBERO RIDATA LA CONNESSIONE SUL MIO NUMERO-3392122121 E SE VOLEVO AVERE UN TABULATO DEL TRAFFICO PER QUEI DUE GIORNO DOVEVO FARE UN VERSAMENTO ALLA POSTA DI 30 EURO.MA DICO QUESTI SONO IMPAZZITI?HO DATO DISPOSIZIONE ALLA MIA BANCA DI SOSPENDERE I PAGAMENTI DELLE FATTURE DI ABBONAMENTO,MA CREDETEMI NON SO COME ANDRà A FINIRE QUESTA STORIA ASSURDA,SONO DISPOSTO A PAGERE L'IMPORTO GIUSTO.POTETE AIUTARMI??GRAZIE.vITTORIO aLESCIO INFO@VITTORIOALESCIO.IT

  • Anonymous

    salve anch'io ho avuto una disavventura con la H3g SpA che vorrei descrivervi brevemente:
    A pochi giorni dalla sottoscrizione di un contratto Zero7 ho avuto problemi col cellulare datomi in comodato d'uso che ho provveduto a portare in garanzia. Il problema all'apparecchio ha mostrato lo stesso problema per ulteriori due volte e mi è stato riconsegnato "sano" solo alla terza volta che ho portato il cellulare in garanzia (ovviamente periodi nei quali non ho potuto usufruire dei servizi previsti nel piano e per i quali ho chiesto lo storno nelle fatturazioni successive, cosa accordatami ed a oggi, a distanza di un anno ancora non è avvenuta..).
    Oggi da quasi due mesi mi vedo il servizio sospeso per l'eccesso di traffico… è successo che mi è stato cambiato il piano tariffario in seguito a "clausole non rispettate" (si tratta di una percentuale di chiamate da effettuare/ricevere da/verso numeri 3 per far si che valga la tariffa di 49 euro mensili). Questo dopo un anno che non mi era stato obiettato nulla sulle chiamate e dopo che non ho potuto avere piena consapevolezza di tale clausola in quanto non esplicitatomi al momento della stipula del contratto quando l'operatore della saturn mi aveva assicurato che i minuti di chiamate previste erano coperti "totalmente" dai 49 euro del piano tariffario. Quando ho reso presente agli operatori della 3 che alla terza riconsegna del cellulare non mi è stato restituito neppure il contratto stipulato (e che quindi ho potuto usufruire di tale contratto solo per un mese o poco più in modo continuativo) mi è stato detto che lo dovevo richiedere e che dovevo essere a conoscenza delle clausole del contratto…
    Oggi mi trovo a dover pagare una somma di 350 euro per i mesi di sett-ott 2009 risciando di vedermi altrimenti una sollecitazione da una società di riscossione crediti… non sò dove porterà questa situazione e cosa mi convenga fare (ho già sospeso anche io il pagamento dal conto alla h3g spa….) per aiuto o consigli vi prego di contattarmi a:
    alessandro.castrovilli@gmail com

  • Sandro

    ho letto l'ennesima storia, anche io ho avuto problemi con l'H3G e purtroppo dopo vari tentetivi da parte mia di spiegare quanto mi fosse accaduto(raccomandate a raffica), mi sono dovuta affidare ad uno studio legale e a quel punto si sono mobilitati affrendomi di tutto di piu' anche il pagamento delle spese legali. 25 gennaio 2010

  • Davide

    allucinante… devo perdere una mattinata di lavoro per scrivere ad una società di recupero crediti per conto di h3g, incaricata di “recuperare” il denaro relativo a 2 bollette non pagate!!!! la cosa buffa è che sono state pagate da mesi… inoltre dovrò rivolgermi ad un avvocato per l’addebito inspiegabile di 315€ per recesso anticipato dal contratto (dopo aver rispettato i 24 mesi previsti).

    consiglio… state alla larga, società poco seria con assistenza clienti inesistente (per di più a pagamento!)
    che schifo

  • romeogolf

    anche io ho avuto problemi a raffica con la H3G, adesso vorrei comunicare con loro, ma è praticamente impossibile, si reclama a pagamento per farsi dire sempre le stesse cose da persone che probabilmente non sono realmente della 3 per cui non hanno nessun potere decisionale.
    questo sistema puzza d’illegale, qualcuno conosce la mail del garante?
    cordialità

  • giovanna albanese

    sono perfettamente d’accordo con lei, mi permetto di darle un consiglio: si rivolga ai carabinieri!!!!!

  • N Biglia

    Se vogliono incassre la bolletta x revoca, h3g dovrà prima mandarmi il rimborso della nota di credito e poi depennarmi l’IVA già inclusa nei 300,00 x revoca. Ho bloccato l’addebito in banca di 364,03 euro in Banca.
    Avrei voluto parlarne con loro ma ho fatto almeno 10 tentativi, impossibile, non risulti più cliente e ti depennano da tutto, compresa la password su internet di accesso al servizio clienti

  • Silvano Tromboni

    Leggi questa: Nel 2006 ho sottoscrito un contratto con H3G. Dovevo ricevere un telefonino ed un fisso per la linea ADSL. Passati 3 mesi non ho ricvuto niente. Con una telefonata mi hanno avvisato che il corriere ha trovato chiuso e che avrebbero provveduto ad un secondo invio. Passati altri 3 mesi non è arrivato niente e dopo ulteriori 2 mesi ho inviato disdetta del contratto. Telefonicamente mi hanno assicurato che tutto era a posto, ma dopo un anno una società di recuero crediti mi scriveva che ero debitore di oltre 1.200 € per traffico telefonico e canoni. Ho risposto con cattiveria e per quasi 2 anni il silenzio assoluto. Nel mese di aprile 2012 un’altra Società di recupero crediti rivendica ancora circa 1.200 €. Allora ho scritto ad H3G, alla Società di recupero crediti, alla Procura della Repubblica di Roma ed alla locale stazione dei Carabinieri di Cinecittà.
    Oggi, 13/07/2012 e cioè dopo 6 anni, mi hanno mandato una e-mail confermandomi l’emissione di una nota di credito per i canoni, ma restando addebitato l’importo del traffico. Ma quale traffico??? Se non ho mai ricevuto alcun telefono!!! Sono solo dei schifosi incapaci se sono in buona fede o peggio truffatori.   

  • http://profile.yahoo.com/BMQPMLFCD7LKT6LHC6FJBQWH4Y ranbo

    sono 5 anni che sono abbonato con voi con 3 sim o cambiato rid bancario ,vi o comunicato 3 mesi fa la coordinate nuove . risultato arriva una lettera di un mancato pagamento del mese di luglio alle 13 e alle 20 disistallato l’utenza , nonostante vi o fatto il fax alle 13.30 del pagamento avvenuto . dato che è bisnes l’abbonamenti o subito dei danni ,avrete mie notizie vie legali ( incompetenti)

  • Anonymous

    Assurdo il sistema bancario italiano….aziende come questa dovrebbero essere bandite dal paese….secondo me con la scusa del conto corrente ti rubano dei soldi…e poi trovano un milione di scuse….

  • enzo71

    LA TRE E’ LA VERGOGNA DEGLI OPERATORI TELEFONICI, QUELLO CHE MERAVIGLIA NOI TUTTI E CHE LO STATO NON FA NULLA PER QUESTI TRUFFATORI…..LA TRE LO FA DA ANNI …COME SI PUO’ DISCUTERE CON OPERATORI TRE CHE RISPONDONO DALLO STRILANCA????? OPPURE DALL’ALBANIA???? O MEGLIO ANCORA DALLA MOLDAVIA???? VERGOGNATI TRE SEI LO SCHIFO CHE IN QUESTO MOMENTO ATTRAVERSA L’ITALIA!!!!