Comune di Certaldo: cartelli di segnalazione più chiari!

Buongiorno,

chiedo cortesemente il vostro aiuto per un fatto successo pochi giorni fa.

Mi trovavo per lavoro nel piccolo comune di CERTALDO (FI) sono arrivato sulla strada del mio piccolo albergo alle ore 23.30 circa del giorno 27.01.2010, strada buia, senza luci, parcheggio la mia auto, su strisce bianche, quindi gratuite e libere.

La mattina seguente però mi trovo una bella sorpresa di benvenuto dal comune, una bella multa per infrazione al codice della strada, 38 euro per divieto di sosta e ho rischiato anche la rimozione forzata, che mi avrebbe bloccato in questo paesino per tutta la giornata, facendomi perdere la giornata di lavoro, e tutto ciò che ne consegue.

Ora al momento del parcheggio, ho guardato all’inizio delle strisce di parcheggio, ma non c’erano cartelli di segnalazione, (premetto che era comunue tarda sera e che ho parcheggiato al primo posto segnalato con strisce bianche) davanti a me qualche posto vuoto, poi tre o quattro altre automobili.

Ho preso qualche foto da internet, e vi allego la copia della multa, per dimostrarvi il tutto, sperando in un vostro aiuto, dato che il giorno della contestazione, mi guardo meglio intorno ma non noto nulla, se non nel tratto di strada precedente, dove noto un normale divieto di sosta, e circa 150 metri dopo le strisce in cui avevo parcheggiato la mia auto, dove noto un piccolo cartello indicante si, la pulizia della strada e il relativo divieto, mi reco al comando dei vigili, e dopo una verifica mi viene detto che la segnaletica c’è ed è visibile, e che quindi mi tocca pagare la multa.

image image

image image

image image

image

Ho fatto la patente un anno fa e pur facendo per lavoro circa 3000 km al mese, cerco di stare attento, a ztl, ecopass, limiti di velocità ecc, (cosa già molto difficile se si esce dalla propria città, a causa dei milioni di cartelli poco visibili, nascosti, assenti o coperti da enormi cartelloni pubblicitari), ma questa non è proprio una mia disattenzione.

Non è per i 38 euro, che tuttavia mi fanno arrabbiare, perché una giornata di lavoro mi frutta circa quella somma, ma comunque per il buon senso.

Ora io ho pagato tutto, ma vorrei non finisse qui, vorrei far capire come per una loro disattenzione (avrebbero potuto essere chiari, mettendo un cartello di inizio) una persona come me, di 19 anni, che lavora con dei sogni, delle speranze, si trovi in difficoltà quando succedono queste cose.

Vorrei un vostro parere, un eventuale vostra verifica.

Potete aiutarmi?

Resto a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti.

Grazie.

Broserà Stefano

Add a comment on FriendFeed