Supermercati Pam: il lavoro è un diritto, non può essere calpestato!

Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione di alcuni cittadini  sulle  condizioni di lavoro  in una azienda della grande distribuzione.

Redazione ACU

Cari amici,

Vi invitiamo a leggere quanto segue; quanto danno stanno arrecando ai lavoratori dipendenti dei supermercati Pam.

E’ difficile CREDERE a quanto vi è scritto nel seguente testo. Come si può parlare di "Iniziative umanitarie, solidarietà ecc…" se al proprio interno si sfrutta in modo disumano chi lavora. Il dipendente ultra ventennale costretto a lavori non sopportabili (da terzo mondo) per oltre, molto oltre gli orari sindacali, mettendolo in condizioni al limite della sopportazione. Diversamente, possono essere sostituiti dai dipendenti provenienti da agenzie interinali, ecco il ricatto !!!    

Nessun rispetto delle regole, dei diritti acquisiti dei dipendenti, nessun rispetto della persona, del lavoratore  ma solo calpestati SFACCIATAMENTE. Persone costrette a lavorare per ore anche se il lavoro ha compromesso la salute dei dipendenti alla cassa per esempio. Un tempo un danno alla salute veniva risarcito, oggi, non solo non se ne parla, ma si è costretti a subire e tirare avanti come schiavi.

TUTTO QUESTO PER INGRASSARE LE PANCIA DEI DIRIGENTI DI QUESTA AZIENDA.

Come possono parlare di "Iniziative umanitarie, di solidarietà, aiuti per lo Sri Lanka, per la regione Ambalantota (Kalametiya spiaggia) colpita violentemente dallo tsunami del dicembre 2004?  Come si può parlare di ripristinare i diritti ed aiuti  altrove mentre si calpestano i diritti di altre persone che lavorano al proprio interno?  

Citiamo qualche frase tendente alla retorica presa dal Vostro sito, che secondo noi meglio esprime l’inconsistenza delle reali qualità sotto indicate:

""Tra le ultime iniziative Pam ha partecipato, insieme ad altre società del Gruppo al progetto "Nets and Boats asbl" , un’associazione senza fini di lucro costituita da donatori ed amici per assistere le comunità di pescatori della costa sudorientale dello Sri Lanka ed in particolare della regione Ambalantota (Kalametiya spiaggia) colpita violentemente dallo tsunami del dicembre 2004.
– Sempre nel campo delle iniziative di solidarietà, Supermercati PAM partecipa alla giornata nazionale della Colletta Alimentare: Ogni anno, l’ultimo sabato di novembre, presso i nostri numerosi punti vendita vengono raccolti beni di prima necessità che, grazie all’aiuto dell’associazione di volontariato vengono poi distribuiti alle persone più bisognose"".

Descrivete forse un’altra azienda, NON DI CERTO IL PAM.

VERGOGNA

Con i soldi dei clienti, vi permettete di mettere in ginocchio gente che lavora? Il lavoro è un diritto sacro per ogni individuo, non può essere calpestato se si vuole mantenere la propria azienda sul mercato.

INVITIAMO TUTTI A NON FARE LA SPESA C/O SUPERMERCATI COME IL PAM (ED ALTRI) SE CALPESTANO I DIRITTI DEI PROPRI DIPENDENTI.

Cittadini disgustati  

  • ALEX

    Bisognerebbe chiedere hai diretti interessati innanzitutto…..

    come dipendente pam mi disgusta chi ha scritto questa recensione, per quanto mi riguarda mi trovo benissimo e se potessi fare più ore per incrementare la mia busta paga lo farei più che volentieri….
    inoltre aggiungo che nessuno ci obbliga a fare ore di straordinario ma ci vengono chieste e se le facciamo ci vengono pagate COME IN QUALSIASI ALTRO LAVORO.

    forse palerò un po fuori dal coro, ma se posso fare qualcosa per il bene del mio posto di lavoro in modo da poterlo conservare il più allungo possibile lo faccio. anche noi dipendenti siamo consapevoli che i cosidetti orari sindacali spesso e volentieri sono un danno per azzienda. allora vi chiedo: 2 ore in più al giorno “ovviamente pagate” o far chiudere un negozio perchè non si può permettere 3 dipendenti in più e quindi perdere il posto di lavoro????

    Be forse è il caso di rifletterci….

    Come cassiere aggiungo una piccola cosa: vorrei propio conoscere quella che stando in cassa chiede i danni fisici MA PER COSA POI, MAL DI TESTA O SEDERE PIATTO? ma fatemi il piacere…..