Lidl: una sola cassa in servizio!!!

Buona sera a tutti,
sono Davide Marino, un cliente che oggi 02/06/2010 ha avuto la SPIACEVOLE idea di fare alcuni acquisti presso il market LIDL di Catanzaro, in località "Fortuna". Mentre mi accingevo alle casse, mi accorgevo di almeno VENTI carrelli con relativi clienti al seguito, oserei dire "sul piede di guerra", accodati in fila per due AD UNA SOLA CASSA IN SERVIZIO. La scusa banale espressa dai dipendenti interpellati è stata unanime: "LE ALTRE TRE CASSE SONO FUORI SERVIZIO". Certamente una scusa poco credibile. In caso di tale presunto DISSERVIZIO, la direzione avrebbe fatto meglio a tenere chiuso il punto vendita, piuttosto che costringere la propria clientela alla stregua di un PARCO BUOI. Ci è stato detto "CHIAMATE IL NUMERO VERDE".
In bella mostra sul sito internet www.lidl.it però c’è scritto:
LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE E’ ALLA BASE DEL NOSTRO LAVORO, e ancora, ACCONTENTIAMO IL NOSTRO CLIENTE VELOCEMENTE IN CASO DI DESIDERI, RICHIESTE, RECLAMI, e ancora, PERMETTIAMO AL NOSTRO CLIENTE UN ACQUISTO VELOCE E COMODO.
La tragica realtà è che il cliente fa comodo solo agli incassi… Naturalmente a nulla sono valse le proteste e i reclami e altrettanto NATURALMENTE HO RIMESSO LA ROBA NEGLI SCAFFALI, INVITANDO ALTRI CLIENTI A FARE LO STESSO.
PER FORTUNA NON C’E’ SOLO LIDL A QUESTO MONDO.
Scusandomi per lo sfogo, saluto cordialmente
Davide Marino

  • Leoneverde

    sono un dipendente lidl.e avete ragione sui disservizi ma la lidl non ci mette in condizione di lavorare bene.hanno la legge interna che se una filiale incassa meno costringono i dipendenti a trasferte o a malattie obbligate e quindi c’è sempre in meno personale nei punti vendita e non possiamo fare nulla.protestate non andandoci più a fare spesa come faccio io anche pert la scarsa qualità dei prodotti

  • Antonio Crispano

    al dipendente lidl, tu dici che vi costringono a trasferte e malattie, io invece lla lidl di via cefalù a milano, vedo tutti i giorni commessi e cassiere malate che armeggiano e starnutiscono su pane frutta ecc.. con il rischio di contrarre malattie, sperando che sia solo raffreddore.
    poi sempre, i tuoi colleghi, rispondono in malo modo tipo “che caxxo vuole quello lì”, “puxxxna eva”, “porco dxo” ed altre che non sto dad elencare per educazione. e queste persone sarebbero obbligate poi a fare cosa?? a trasferte e malattie?? quindi secondo il tuo discorso, siccome li mandano forzatamente in malattia, poi quando sono malati veramente vanno a lavorare?? persone che trattano in modo così volgare i clienti non riescono a mandare a quel paese un loro capo?? mi sembra strano, forse, come in tutte le aziende italiane, ci sono ormai anche in lidl troppi raccomandati a comandare e quindi nessuno lavora più, sicuri che grazie alla raccomandazione il loro posto di lavoro è assicurato. in molti ci siamo lamentati di un capo filiale che è ancora lì e l’unica cosa ottenuta è l’essere trattati sempre peggio, tanto da lasciare il carrello in corsia e mandarla a quel paese

  • Max Maxmaxmax

    io sono un cliente lidl.protesto per la scarsa pulizia nelle vostre filiali della sicilia:vedo di tutto specialmente nel reparto frutta anzi vicino lo zucchero……….che schifo!!!

  • mirko

    io sono un dipendente lidl e credetemi non è facile lavorare li dentro ci rendiamo conto del disagio riportato al cliente ma anche noi dipendenti siamo in condizioni drastiche io sono uno di quelli che altro che mandato a fanculo i capi ho fatto guerre per ben 3 anni ritrovandomi con orari disastrosi perchè appunto faccevo presente dei casini che succedono ma purtroppo non dipende da noi e questo e una cosa che il cliente non capisce e non capirà mai e solo capace di prendersela con noi dipendenti che però non decidiamo noi cosa e come fare le cose li dentro e quando rispondiamo chiami il numero verde e solo perchè non sappiamo più cosa rispondere proprio perchè non siamo noi a decidere ma i capi più inalto quindi abbiate rispetto per chi lavora alla lidl perchè non ne possiamo più nemmeno noi so che al cliente non gli frega niente ma prendersela con noi non serve a niente