Mediamarket S.p.A. rispetti le normative di garanzia!

Mancato intervento in garanzia da parte della L.T.R. Service di Torino relativamente ad un robot lavapavimenti iRobot Scooba 385 acquistato in data 03.09.2009 presso MediaWorld Terni a €499,00. MEDIAWORLD TERNI
L.T.R. Service ha presentato un preventivo di spesa di €305,00 per presunta manomissione del prodotto da parte del cliente, anche se il difetto riscontrato, molto ricorrente stando alle opinioni rilasciate da altri consumatori nelle varie community internet, è stato già in precedenza oggetto di riparazione in garanzia a novembre 2009 e marzo 2010.

Di seguito la raccomandata A.R. inoltrata a:

Spett.le. MEDIAMARKET S.p.A., Filiale n.154 di Terni, alla c.a. del Direttore di Filiale

e p.c. Spett.le ACU-Associazione Consumatori Utenti, Milano

Oggetto: Richiesta rimborso integrale per intervento in garanzia relativo ad apparecchio iRobot Scooba 385 cod. 542071

Rif: Vs. Documento di Accettazione n. 1741 del 10.09.2010

Scontrino fiscale n. 311 del 03.09.2009

Faccio seguito ai recenti contatti per le vie brevi avuti con il Vs. dipendente X relativamente alla richiesta economica di € 305,00 (Euro trecentocinque/00) ricevuta dalla Società L.T.R. Service di Torino per l’intervento di riparazione l’apparecchio iRobot Scooba in oggetto, attualmente in giacenza presso L.T.R. Service, nonostante detto intervento ricada nel periodo di validità della garanzia sui beni di consumo, come previsto dall’Art. 1519 sexies del Codice Civile.

Nell’apprezzare innanzitutto la Vostra disponibilità a coprire il 50% dell’onere economico relativo all’intervento di riparazione dello Scooba in oggetto, esprimo tutto il mio disappunto per l’inqualificabile atteggiamento della L.T.R. Service, che chiaramente intende rientrare dagli ingenti costi sostenuti a causa della comprovata inaffidabilità degli apparecchi pulenti iRobot Scooba 385 (cfr. opinioni sul prodotto all’indirizzo http://www.ciao.it/Irobot_Scooba_385 Opinione_1198280)

Pertanto

C H I E D O  I N  P R I M I S

che codesta spettabile Società provveda all’immediato ripristino della conformità dello Scooba 385 in oggetto, mediante riparazione o sostituzione dello stesso, il quale mi dovrà essere restituito perfettamente funzionante a breve termine (trenta giorni al massimo) sollevandomi da ogni onere economico, in ottemperanza a quanto disposto dall’Art. 1519 quater del Codice Civile che pone in capo al venditore finale la responsabilità nei confronti del consumatore per qualsiasi difetto del bene, venditore che dovrà pertanto garantire il ripristino della conformità, mediante riparazione o sostituzione del bene, senza spese per il cliente ed in un congruo (ovvero breve) termine.

I N  S U B O R D I N E  C H I E D O

la restituzione della cifra da me pagata per l’acquisto dell’elettrodomestico in oggetto decurtata di 8/24 del valore, proporzionalmente all’effettivo periodo di godimento del bene (dei 14 mesi di possesso dello Scooba 385, 8 mesi di utilizzo effettivo e 6 mesi fra mancato funzionamento e giacenza presso il L.T.R. Service per tre consecutivi interventi di riparazione) rapportato al periodo di garanzia di due anni, per un importo complessivo di € 299,00 (Euro duecentonovantanove/00), secondo quanto prescritto all’Art. 1519 quater del Codice Civile, che pone l’obbligo al venditore finale, qualora non sia possibile ripristinare la conformità del bene mediante riparazione o sostituzione, di praticare la riduzione del prezzo pagato.

La mia richiesta si giustifica e si sostiene in virtù di due aspetti essenziali, il primo in ordine alle modalità e alla legittimità della richiesta economica avanzata dalla L.T.R. Service e il secondo in merito all’entità del preventivo presentato, come più dettagliatamente di seguito espresso:

1) La richiesta economica a totale copertura dell’intervento di riparazione è stata giustificata da L.T.R. Service in relazione ad una presunta manomissione dell’apparecchio da parte del cliente che avrebbe comportato, a detta della stessa L.T.R. Service, la rottura dei cilindri (in plastica) ove sono ancorate le viti di fissaggio della linguetta (sempre in plastica) per il serraggio del serbatoio. Preciso che lo Scooba in oggetto è stato da Voi inviato altre due volte al centro assistenza L.T.R. Service per interventi di riparazione in garanzia: una prima volta a novembre 2009 proprio per un difetto al sistema di serraggio del serbatoio che, dopo due mesi di difficoltà nell’apertura, si era irrimediabilmente bloccato in chiusura; mentre una seconda volta, a marzo 2010, per un difetto al sensore di livello del serbatoio, che è stato pertanto sostituito. Alla restituzione dello Scooba con il serbatoio nuovo, si è ripresentato il difetto alla maniglia del serbatoio, risultando di nuovo difficoltosa l’apertura dello stesso. Il difetto si è protratto fino agli inizi di agosto 2010 quando il sistema di serraggio del serbatoio si è definitivamente rotto. Tale difetto rappresenta una “non conformità” oggettivamente ricorrente, perché oltre ad aver interessato più volte il prodotto da me acquistato, è stata evidenziata anche da altri consumatori, anche con la conseguente rottura della maniglia del serbatoio, come si può evincere da alcune conversazioni presenti nel Forum on-line promosso della iRobot (cfr. messaggio http://www.irobot.it/forum/index.php?showtopic=1587 scritto da ‘giorgiabi’ il 10-set-2010 alle 9:56);

2) In merito all’entità del preventivo, l’importo di € 305,00 (Euro trecentocinque/00) risulta palesemente incongruente, soprattutto se riferito alla semplice sostituzione di una linguetta di plastica del valore di pochi centesimi. L’ammontare del preventivo si riferisce chiaramente alla sostituzione dell’intero corpo motore comprensivo degli organi elettromeccanici e della circuiteria elettronica, segno evidente che le “non conformità” dell’apparecchio in oggetto sono molteplici e riguardano anche il malfunzionamento dei sensori di prossimità e di altri organi attivi.

Resto in attesa di un cortese cenno di riscontro da parte Vs. da inviare alla mia attenzione entro e non oltre 15 giorni dal ricevimento della presente, trascorsi i quali, in assenza di Vs. esplicita accettazione delle richieste da me avanzate, mi vedrò costretto ad adire le vie legali avvalendomi del patrocinio di un’importante associazione di consumatori.

Con osservanza

Ing. Leonardo Camilli