Poste italiane: disappunto per l’aumento delle tariffe per l’estero

Vi scrivo per esprimere tutto il mio disappunto e la mia rabbia nei confronti dell’aumento tariffario postale per l’Estero in vigore dal 01.01.2011 di cui ne ho appreso notizia solo in questi giorni, tramite dei forum in internet ed andando poi a verificare sul sito delle poste.

Premesso che, come molti altri, per hobby e collezionismo partecipo ad un progetto di scambio di cartoline (le solite cartoline turistiche) con tutto il mondo (e per tutto il mondo intendo tutti e 5 i continenti). Aldilà del singolo interesse per il collezionismo questo sistema di scambio di cartoline, per un paese come il nostro che vive anche di turismo, è un buon modo per esportare e ‘pubblicizzare’ le nostre bellezze all’estero. www.postcrossing.com è il sito dove viene gestito questo progetto, se volete capirne di più. Oltre agli scambi in esso, come molte altre persone intrattengo rapporti epistolari, o anche solo su cartoline con molte persone in giro per il mondo (molte in Australia, Nuova Zelanda,  USA e Canada).

Ieri ho appreso dell’aumento delle tariffe postali per l’estero, aumento è un eufemismo visto che parlano di vero e proprio raddoppio. Già con l’andare degli anni sono state eliminate tutte le tariffe, per così dire più economiche a panneggio di questa ‘posta prioritaria’ venduta come una posta sicura e veloce. Mhhh veloce è una parola grossa, considerata poi la quantità di posta che sistematicamente va persa… non si sa che fine fa…

Ieri scopro che per la zona 1 (Europa) c’è stato un aumento di 20 centesimi di € mentre per la zona 2 e la zona 3 non si può parlare di aumento ma di vero e proprio raddoppio della tariffa. Passano quindi rispettivamente da 0,85€ a 1,60e da 1€ a 2€.

Questo non è un aumento ma un vero e proprio raddoppio e scusatemi il termine, FURTO, autorizzato! Tenendo presente che sistematicamente qualcosa va perso!

Per chi come me spedisce molta posta queste tariffe sono eccessive!!! In un Italia dove tutto aumenta (le autostrade, la benzina, il gpl, le assicurazioni, per fare solo qualche esempio) questo è l’ennesimo esempio di come lo stato per l’ennesima volta spiuma i poveri cittadini privandoli anche di un banale hobby come quello di scambiare cartoline o posta con altra gente per il mondo! Aumenta tutto tranne gli stipendi… possibile che dobbiamo venir spennati come polli e dobbiamo anche vederci negati i nostri hobby perché i costi diventano proibitivi (io non spedisco 1 cartolina ogni tanto, ma ne spedisco decine per settimana e come me tanti altri!!!).

Mi chiedo come sia possibile accettare aumenti che non sono aumenti ma veri e propri raddoppi delle tariffe!!! 0,10-0,20€ potevano essere un aumento ma non questi raddoppi!

A questo aggiungo il fatto che sono andata alla posta sabato e mi sono stati venduti francobolli con le vecchie tariffe.. ora mi chiedo.. cosa succede a questa posta con affrancatura insufficiente? E come mai i tabaccai e gli uffici postali di paese non sanno nulla?

Oltre tutto i nuovi tagli non ci sono e non ci sono nemmeno i tagli piccoli per integrare le vecchie affrancature…. Se la posta preferisce fare la Banca visto che i prodotti del Banco Posta lievitano mentre il servizio postale peggiora sempre, allora che questa gestione e questo servizio svenga volto da altri!

Mi auguro che qualcosa possa ancora essere fatto per impedire che questo furto venga tollerato e ammesso!

Cordiali Saluti

A. M.

  • G.S.

    Mi ritrovo nella tua stessa situazione. Anch’io, come te, sono iscritto a postcrossing. Questo aumento di prezzi è veramente indecente. I prezzi delle poste italiane sono veramente allucinanti, e non solo per spedire cartoline, ma anche pacchi e buste. Speriamo che questa situazione si risolva al più presto, o bisognerà trovare un servizio di spedizioni alternativo e con prezzi più “umani”.

  • Webk

    i nuovi prezzi sono a dire poco “ridicoli”! Ma ci prendono in giro??? sono andato oggi a spedire una busta con un cd in Europa e mi è costato 4,50€. MA SIAMMO MATTI???

  • Esseci

    Sono basito!!!

    Apprendo solo adesso di questo insensato e spropositato aumento.
    Anch’io da oltre un anno sono un postcrosser, ma ahimè, con tali tariffe mi viene difficile continuare ad esserlo!!! Da disoccupato, quale sono, non posso permettermelo….

    Vergogna!!

  • Antonello – iw3sip

    Scusate se faccio la figura dell’ignorante ma anch’io ho appreso con gravissimo ritardo di questo aumento! Sono un radioamatore e come solitamente si fa tra r.amatori, dopo un collegamento radio con posti sperduti i corrispondenti si scambiano delle cartoline (in gergo QSL). Solo oggi (5 agosto) un esercente mi ha avvisato di tale rincaro! Qui ad Udine, fino a prima del periodo estivo, erano in circolazione i francobolli con la tariffa vecchia e venduti tranquillamente senza nessun avviso! Che fine hanno fatto tutte le lettere da me spedite con l’affrancatura sbagliata? Devo rispedire centinaia di lettere?? Mah!

  • izzyisozaki

    Ricordo quando mi costava 80 centesimi spedire una cartolina negli USA. Con 2 euro eravamo già ben oltre il furto, ciò nonostante è aumentato di nuovo! È diventato una cosa insopportabile.