Carta di credito: mancanza di chiarezza

Buongiorno.
Diversi mesi fa ho deciso di aprire un contratto Tim con telefono modello i phone.
Dopo aver convertito un mio numero Vodafone al nuovo gestore (TIM) per poter usufruire di uno sconto ulteriore mi sono visto rifiutare telefono e contratto poiché la società incaricata al controllo della mia carta di credito (Passepartout) ha dichiarato che la mia carta di credito Visa non consentiva l ‘operazione.
Ovviamente ho contattato Visa e ho messo addirittura in contatto il centro Tim con l’assistenza Visa.
La risposta di Visa è stata la seguente: "La società Passepartout ha effettuato un addebito virtuale per verificare l’operatività della sua carta e Visa ha risposto POSITIVAMENTE".
Ho controllato anche il mio estratto conto Visa e si è visto nero su bianco che quello che Passepartout asseriva era FALSO e che la mia carta era totalmente regolare.
Purtroppo Tim non procede con il contratto poiché a prescindere dal torto o ragione di Passepartout devono avere una risposta positiva da questi ultimi.
Situazione attuale:
Ho appena lasciato un contratto Vodafone per andare in Tim (a cui tra l’altro ho già pagato il primo mese di contratto), ma ad oggi non ho altro che una ricaricabile Tim, che a causa della mole telefonica dovuta al mio lavoro da agente di commercio non fa altro che pesare economicamente.
Come posso fare per smuovere le acque o per ottenere il rimborso delle spese sostenute per un servizio di cui non ho mai usufruito?
Paolo C.