No alla soppressione dei treni notte, no ai licenziamenti!

Sono stata recentemente alla stazione Porta Nuova di Torino dove ho firmato per il ripristino dei Treni Notte che collegavano il nord col sud Italia, oltre che per il reintegro dei lavoratori che con questa decisione che definirei "azzardata" hanno visto sfumare anche la loro attività lavorativa.

Mi sembra un gesto assolutamente suicida abolire un servizio comodissimo ed economico in un momento di crisi, in quanto ancor di più da questo momento i viaggiatori opteranno per l’aereo, visto che i treni sopravvissuti all’insano taglio dei trasporti ferroviari sono solo più quelli AV, con costi quindi proibitivi per le tasche della maggior parte di noi!!

Vorrei avere una spiegazione in merito, oltre che manifestare il mio incondizionato sostegno, morale e, se necessario, anche materiale, per i lavoratori che difendono un posto di lavoro che penalizza tutti gli Italiani (per non parlare dei turisti che vengono a visitare il nostro bel Paese……).

Distinti saluti,
Lettera Firmata

  • antonino

    Vorrei chiedere a chi ha adottato questa  scellerata soluzione, s’è ha riflettuto sul fatto che ha privato il pane quotidiano a tantissime famiglia.Perche non prova ha mettersi nei panni di costoro.Sono molto rattristato è mi domando? Siamo in mano   a Persone incapaci