Trenitalia S.p.A: comportamenti scorretti e mancanza di comunicazione

Cerignola (FG), 04/04/2012
Testo inviato a: Trenitalia S.p.A.,  Direzione Passeggeri Regionale, Direzione regionale Lazio

Il 15 Dicembre 2011 prendo lo stesso treno, Roma Termini-Fiumicino Aeroporto, sulla stessa tratta, sui binari “dedicati”, come ho sempre fatto visto che ho vissuto nel Lazio circa 11 anni. Altrettanto faccio per tornare a Roma Termini FS.
Il 14 Gennaio 2012, nonostante avessi consultato il Vostro sito web, non vi era alcuna annotazione relativa alle variazioni sia dei binari, sia del fatto che le macchinette automatiche nei pressi dei binari utilizzati in precedenza, fossero stati soggetti a variazioni.
Domenica 15 Gennaio 2012, io sono a Roma Termini, vengo a sapere solo in loco della variazione dei binari e solo dal display FS. Corro in ogni dove, con le valigie e con la mia ragazza (straniera) allucinata da quello cui stava assistendo. il treno arriva due minuti (leggesi 2 minuti) prima dell’orario stabilito per la partenza. Essendo Domenica, avrei dovuto improvvisamente tornare in testa ai binari, usare le macchinette automatiche e quindi evidentemente perdere il treno, con conseguente perdita dell’aereo che la mia ragazza stava per prendere, per tornare in Thailandia.
Dopo tre mesi (ribadisco, tre mesi), mi intimate di pagare entro 15 gg il pagamento del costo del mancato biglietto più la astrusa cifra che vi siete inventati in totale e beata solitudine a copertura di tale mancato assolvimento.
Poiché ritengo da tempo che pagare 14 euro per 32 km (mentre pago Euro 2,20 Per Km 46,1 tra Roma Termini ed Aprilia, tanto per fare un esempio) è un vero ladrocinio (i treni non sono assolutamente equiparabili a quelli di Prima Classe, non diciamo chiacchiere…) aggiungere a tutto ciò l’ulteriore ladrocinio di vedersi addossate ben Euro 119,27 per viaggiare letteralmente sul pavimento di un treno lurido ed a causa di disguidi assolutamente Vostri e per mancanza di informazioni adeguate, preannuncio che certamente pagherò il dovuto ma altrettanto certamente -essendo il sottoscritto Giornalista Professionista noto ed affermato sia in Italia sia all’estero- non perderò occasione per mostrare alla Nazione ed al Mondo intero i Vostri metodi truffaldini, scorretti e improntati al ladrocinio.
Ovviamente, non mancherò di inoltrare tutto il carteggio in copia a tutte le più importanti Associazioni di Consumatori in Italia ed a tutti media sia italiani sia stranieri.
Tanto dovevo
Dott. Francesco Tortora

  • Antonio

    Vai francè sputtana sti ladri!!!!!

  • Antonella

    In nessun modo si riescono ad estirpare i mali che regolano l’ organizzazione di Trenitalia!

  • Dariuccio

    Che vergogna !! Confermo quanto asserito dal Dott. Tortora a proposito del puzzo, del fetore e della sporcizia di quei treni nonchè dell’indecente importo richiesto per una tratta brevissima. Per il resto, io arriverei a far ricorso anche a livello europeo, laddove ce ne fosse possibilità. E’ un’indecenza, un furto, UN LADROCINIO !!!!!!!!!!!!!!

  • simona

    TRENITALIA SI DOVREBBE VERGOGNARE DEI DIS-SERVIZI CHE OFFRE! Da anni ormai la qualità dei treni è davvero pessima, sono COSTOSI, SPORCHISSIMI e arrivano quasi sempre in ritardo. Io ancora aspetto un rimborso da 6 anni. VERGOGNATEVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!