QUANDO IL BIMBY NON FUNZIONA…

Abbiamo consigliato un nuovo reclamo scritto inviato con raccomandata a.r. secondo le procedure operative che abbiamo allegato, indirizzato in copia per conoscenza ache ad ACU.

La Redazione

 

 

 

Buongiorno,
come anticipato telefonicamente la presente per testimoniare quanto accaduto con  l’azienda Vorwerk divisione Bimby.
In data 02.10.14 ho acquistato dall’azienda in questione tramite vendita "porta a porta" un Robot da cucina Bimby mod.TM5 appena lanciato sul mercato per un tot .di € 1.189,00.In data 12.11 lo ricevo presso il mio domicilio a mezzo di un corriere incaricato al quale consegno a saldo l’assegno, tra l’altro indicando sulla  bolla di consegna "con riserva di controllo".
Qualche giorno dopo (causa assenza dal mio domicilio) , il 15/11 , provo a metterlo in funzione e con mia grossa sorpresa il prodotto presenta subito un diffetto che porta allo spegnimento automatico della macchina non consentendo alcun tipo di utilizzo.
Provvedo ad informare immediatamente l’incaricato alla vendita che qualche giorno  dopo certifica di persona il difetto della macchina.
Ne chiedo pertanto la sostituzione in garanzia , ho rifiutato di portarlo in un centro assistenza che per telefono mi aveva già anticipato di non essere in grado di darmi risposte, in quanto, l’azienda non solo non li aveva istruiti circa eventuali difetti di funzionamento, ma non li aveva neanche dotati di ricambistica varia (apprendo oggi grazie a vari blog che i magazzini sono falliti e che i centri di assistenza sono intasati di richieste  sostituzioni ). Sono susseguite varie mail e telefonate al customer care a cui non ho ricevuto alcuna risposta se non una prima vergognosa che lasciava intendere un utilizzo im proprio da parte mia. Lo stesso incaricato alla vendita ha provato a fare numero si solleciti ai suoi responsabili ma nulla, lui stesso mi ha consigliato di procedere come meglio credevo incredulo dell’accaduto. Ho pertanto manifestato il mio diritto al recesso , entro i 14gg dalla consegna come pevisto dal contratto di  vendita, chiedendo il rimborso dell’intera somma ma ancora nulla, unica risposta dal call center "la sua pratica è in elaborazione verrà ricontatata".
Vorremmo pertanto un vostro contributo , è vergognoso che un’azienda come la VORWERK , riconosciuta in tutto il mondo, non sia in grado di gestire la situazione.

Ritengo che la Vorwerk debba a tutti i suoi clienti delle scuse ufficiali e sopratutto rapide soluzioni. Diversamente in pochi mesi distruggerà quello che ha costruito in tutti questi anni ossia affidabilità e clientela. Il passa parola sta  viaggiando sul web molto velocemente e molte sono le persone che hanno cambiato  idea sull’acquisto del prodotto.

Distinti saluti.

  • Grazia

    Ho avuto due bimby uno dei primi ,è uno comprato circa da sei anni ,il primo usato una vita senza problemi ,non si è mai rotto niente .
    Il secondo è già la seconda volta che si rompe il gruppo coltelli(che poi non capisco il prezzo esagerato di questi coltelli.)
    Trovo tutto questo vergognoso .non credo proprio che consiglierei l’acquisto a degli amici.

    Distinti Saluti

    Grazia Briguglio

    )

  • Enrico

    Ho acquistato il bimby tm5 due anni fa. Tutto ha funzionato bene fino ad ora. Esattamente 20 giorni dopo la fine del periodo di garanzia la memory stick con le ricette ha smesso di funzionare. Sfiga o perfetto tempismo? Di sicuro la nomea di worwerk come prodotti durevoli per me non ha senso

  • Alice

    Anche il mio nuovo bimby tm5 si è rotto dopo un mese dall’acquisto. L’assistenza non esegue la riparazione in garanzia e mi ha chiesto una cifra spropositata. Ho scoperto che migliaia di sfortunati clienti hanno avuto lo stesso problema, costretti a pagare le riparazioni e accusati dall’azienda produttrice di aver fatto entrare del liquido nel motore. Ma questo bimby, visto il costo altissimo, non dovrebbe essere progettato a regola d’arte per essere usato in cucina a contatto con acqua, brodi, zuppe e liquidi vari? Penso che un’associazione di consumatori dovrebbe in qualche modo fare chiarezza su quello che sta diventando un “caso” commerciale. Saluti a tutti!

  • Cristina Cucconi

    Buonasera,

    ho un bimby TM5 da febbraio 2016

    a giugno 2016 la macchina si è fermata per infiltrazione d’acqua nel motore ed ho dovuto pagare l’intervento, mi hanno spiegato che le se le lame non sono correttamente serrate i liquidi si infiltrano direttamente nel vano elettrico danneggiando la macchina … incredibile!

    Quindi ho fatto riparare la macchina a mie spese!

    Febbraio 2017 nuova infiltrazione di liquidi che arriva addirittura all’interno del display allagandolo …

    SONO ESTERREFATTA E SENZA PAROLE, ma com’è possibile che un robot da cucina non preveda una situazione simile che provoca danni gravi alla macchina?

    Com’è possibile che questo problema non presente sulle precedenti versioni sia stato inventato ed implementato su questa macchina?

    Chiedo assistenza alla ditta produttrice per un evidente problema di progettazione/fabbricazione – vorrei restituire il robot o sostituirlo con il modello precedente che a detta di amiche non ha questa criticità.

    Chiedo gentilmente spiegazioni ed assistenza.

    Cristina